GAMESCOM consigli per chi intraprende questa avventura In questo articolo parliamo di GAMESCOM, in particolare di qualche consiglio utile per chi vuole andare in questa enorme fiera per la prima volta

9643 0

Ho deciso di scrivere questo articolo perché nell’agosto del 2017 sono stato alla Gamescom, che è il sogno nel cassetto di molti Gamers e Nerds.

La Gamescom è la fiera, dedicata interamente al videogame, più grande al mondo. Nel 2017 lo spazio espositivo è stato di 201.000 metri quadri, diviso in 11 capannoni, alcuni dei quali su più piani.

gamescom_mapTutti pensano che la più grande fiera sia l’E3, ma non è così. All’E3 (che si tiene qualche mese prima della Gamescom) vengono fatti gli annunci delle nuove uscite. Essendo “un’americanata” è tutto “in grande”, ma lo spazio dedicato alla prova reale dei giochi per i partecipanti è inferiore alla fiera tedesca. Quindi all’E3 si fanno le grandi presentazioni, ma poi i giochi si provano alla Gamescom.
Vorrei condividere la mia esperienza nella speranza che possa essere d’aiuto a tutti coloro che vorrebbero andarci. Fornirò una serie di consigli su “COSA FARE E NON FARE” in base alla mio punto di vista; tali consigli verteranno da linea guida per chi volesse intraprendere questa avventura.

I Biglietti

I biglietti per la fiera possono essere acquistati direttamente dal sito ufficiale. Il prezzo dei biglietti giornalieri varia da 14€ (giorni settimanali) a 18€ (giorni festivi) mentre i ridotti costano rispettivamente 8,50€ e 12,50€. I bambini di età compresa tra i 7 e gli 11 anni pagheranno sempre 7€ mentre l’ingresso per i bambini fino ai sei anni è gratuito. I Family Ticket (massimo cinque persone) costano invece 25,50€ nei giorni feriali e 30€ nei giorni festivi.
Un consiglio personale è di cercare di accaparrarvi i biglietti per il pre-entry, che vi consentirà di accedere alla fiera dalle 9:00 invece che dalle 10:00. Questi biglietti solitamente vanno a ruba, ma quell’ora di anticipo può valere tantissimo.
È inoltre possibile avere i pass per il giorno stampa vincendoli in dei contest organizzati dalla Gamescom stessa.
Cercate di visitare la fiera durante i primi due giorni, quando dovrebbe esserci meno calca. I biglietti per i giorni festivi vanno sold-out molto velocemente perché molti tornei dei principali titoli, avvengono in quelle date.

Come arrivare?

La fiera della Gamescom è situata a Colonia, in Germania. Risiedendo personalmente in un’ isola, ho optato per arrivarci in aereo. L’aeroporto di Colonia-Bonn è perfetto, collegato con la ferrovia/metro che dista poco più di 15 minuti dalla stazione di Köln.Messe/.Deutz che a sua volta sta a 5 minuti dalla fiera.

come_arrivare

Quindi tutto vicino e ben collegato. La Ryanair ha una tratta diretta da Orio al Serio per l’aeroporto di Colonia. Ci sono anche altre compagnie aeree ma il costo è parecchio alto. In alternativa ci si può arrivare in auto o in treno.

Dove alloggiare?

Gli alloggi sono parecchi, più o meno cari, più o meno comodi. Ecco la mia esperienza: ho alloggiato in un ostello che sta proprio di fronte alla stazione di Köln.Messe/.Deutz. Il suo nome è Jugendherberge Koln-Deutz (DJH). La struttura è nuova e tenuta bene. Trattandosi di un ostello le camere sono piccole e con letti a castello in legno, ma personalmente non li ho trovati tanto scomodi. Sono presenti camere doppie, quadruple, familiari e altre possibilità. Le stanze presentano il bagno in camera, due per l’esattezza, uno con doccia e lavabo, l’altro con WC e lavabo.
È presente un armadio con chiave e cassaforte, e una piccola scrivania. Uno degli aspetti che mi ha colpito maggiormente è la completa insonorizzazione delle camere, cosa che non è mai capitata durante i miei soggiorni negli hotel italiani. La colazione è tipicamente tedesca, scordatevi caffè e cornetti, la scelta è poca, ma sufficiente per iniziare la giornata.
L’ostello possiede delle aree svago, divanetti, aree di ritrovo, con dei giochi da tavolo a disposizione. Al suo interno troverete dei distributori di snack e bevande, dove io ho trovato il pacchetto “gamescom”: bevanda più seggiola a 9euro. Potrete lasciare i vostri bagagli nella struttura anche dopo aver effettuato il checkout senza costi aggiuntivi. Il costo totale è contenuto, 45€ a notte tasse comprese e colazione inclusa. Il prezzo non comprende gli asciugamani, ma possono essere noleggiati.

Cosa portarsi?

Vi direi il meno possibile! Alla gamescom è presente un capannone dedicato interamente allo shopping dove troverete di tutto, quindi dovrete avere il maggior spazio libero in valigia. Vi consiglio di portarvi giusto un kit di sopravvivenza: spazzolino, dentifricio, doccia sciampo, salviette, asciugamano per doccia e per l’igiene siamo a posto.
Vestitevi comodi: jeans e scarpe da ginnastica, dovrete stare parecchio in piedi; una maglietta a maniche corte va benissimo per il microclima che si crea all’interno dei padiglioni. Portatevi poi una felpa, preferibilmente con zip e cappuccio, per la sera tardi, o in caso di pioggia. Non dimenticatevi i cambi di biancheria.
Basta così…anzi, potendovi dare un consiglio, se tra la roba indicata avete qualcosa di vecchio che dovete buttare, approfittatene e lasciatelo direttamente in Germania, risparmierete spazio in valigia al vostro rientro. “Ma come faccio a stare più di un giorno con una sola maglietta?” La domanda è lecita, ma ecco la soluzione perfetta: acquistate le magliette della fiera (che sono stupende) e usatele durante i restanti giorni, e se non volete spendere troppo, provando alcuni videogames vi verrà regalata la t-shirt del gioco. Per esempio nel 2017 la Wargaming ha regalato una t-shirt ogni qualvolta si provasse un suo gioco. Lo stesso è accaduto provando Destiny2 e For Honor. Per non parlare dell’abbigliamento e dei gadgets che vengono puntualmente “lanciati” dai palchi durante gli eventi.

Dove mangiare?

Il pranzo verrà consumato all’interno della fiera, potrete trovare dei punti ristoro in tutti i capannoni, o tra un capannone e l’altro all’aperto. Non ho notato particolare calca per i pasti.
Cosa si mangia? Wurstel, salsicce, polpette e simili. All’interno sono presenti dei piccoli chioschetti dove preparano hot-dog e patatine fritte. I costi non sono dei più economici, parliamo di una media di 4€ a pezzo, o se preferite un trancio di pizza margherita “italiana” a 6€. Attenti alle bevande, in Germania l’acqua costa più del vino, una bottiglietta d’acqua piccola va dai 3€ ai 4€, mentre una Red-Bull costa 3€.

magiare

Un elemento positivo è l’acqua potabile dell’ostello, vi consiglio quindi di prendervi una borraccia o conservare le bottigliette d’acqua e riempirle per il giorno successivo. In alcuni stand si ha la possibilità di avere delle bibite gratis.
Per quanto riguarda la cena, se alloggerete all’ostello che vi ho indicato avrete a disposizione la mensa del posto. In alternativa è presente (a 5 minuti di distanza e all’interno della stazione) un Mac-Donald e altri fast-food locali. A 3 minuti di distanza a piedi, ho anche trovato un ristorante messicano molto conveniente, pasti abbondanti, ma prestate sempre particolare attenzione verso le bevande.
In Germania, scordatevi i caffè all’italiana… anche se vedrete scritto “espresso”, si tratterà sempre di acqua “colorata”.

Consigli per la fiera

Non arrivate in ritardo, dovrete essere là almeno 30-40 minuti dell’orario di apertura se possedete il biglietto del pre-entry. In caso contrario credo che vi convenga essere lì 2 ore prima (dalle 8:00). Non avete idea della marea di gente che ci sarà di lì a poco.

filabigliettoclassicoPortatevi uno sgabello o una sedia pieghevole, in caso contrario potrete trovarle in vendita anche all’interno della fiera. Passare ore ed ore in piedi è davvero faticoso (soprattutto in fila) e avere un posto dove sedersi vi salverà la vita.

Spenderò un attimo di tempo per parlarvi delle file: per provare il vostro gioco preferito potreste dover passare anche cinque ore in coda; per questo motivo consiglio uno sgabello, vedrete parecchie persone attrezzate in questo modo. Le code sono il problema più grande della fiera, ecco perché ho consigliato di fare il pre-entry: entrare un’ ora prima dell’orda permetterà di fare meno fila per provare il vostro gioco. Consiglio vivamente di entrare dall’ingresso NORD, che è quello che vi permetterà di accedere direttamente agli stand dei giochi; attraverso gli altri ingressi accederete alla zona Business o ad altre aree ricreative.

ingressonord

Essere trai primi arrivati nella zona NORD significa essere tra i primi a fare la fila per il vostro videogame, quindi risparmiare anche 5 ore della vostra preziosissima giornata. Personalmente, nel giro di un’ora (dalle 9:00 alle 10:00) sono riuscito a provare quattro giochi. Invece, il giorno in cui ho iniziato la fila alle 10:00 per “Monster Hunter World” e ho finito alle 12:30 di provarlo, mi sono “bruciato” tutta la mattinata. Ci sono poi dei titoli che arrivano ad avere delle code improponibili (4-6 ore).

file1

Per provarli consiglio di fare la fila da subito, non appena entrati, altrimenti vi converrà lasciar perdere.
La fiumana arriverà di buon mattino ad invadere i primi capannoni, lasciando momentaneamente liberi gli altri.

folla1Lo scorso agosto per esempio, i capannoni di Blizzard/Sony e di XBOX/Wargaming si sono riempiti in breve tempo. In questo caso il mio consiglio è di andare immediatamente nei capannoni rimanenti, all’interno dei quali, con un po’ di fortuna, riuscirete ancora a provare qualcosa senza dover attendere per ore.

Non utilizzate il vostro tempo per un gioco di cui avete già provato la beta o un gioco che potrete acquistare la settimana successiva. Utilizzate il vostro tempo per titoli che non usciranno a breve o giochi che non avete mai provato. Molti stand regalano dei gadget alla fine della prova, come una t-shirt, un portachiavi, delle gamecard, delle shopper, porta-badge e tanto altro. L’XBOX nel 2017 ha fatto delle piccole conferenze a numero chiuso dove ha regalato a ciascun partecipante una busta piena di gadget. Questi ultimi saranno un piacevole ricordo che porterete di rientro a casa.

Oltre ai capannoni con i marchi più conosciuti (Blizzard, Sony, Xbox, Wargaming, Nintendo, SquareEnix, etc…), esistono delle aree in cui sono presenti i marchi e i più importanti store di hardware. Qua sarà possibile provare comunque molti giochi utilizzando dei prototipi messi a disposizioni dagli stand. Vi consiglio di provarli, non li vedrete da nessun’altra parte e sarà un’esperienza unica! Sono presenti parecchi simulatori di guida e sparatutto in VR, simulatori di volo e tanto altro.

innovazione1 innovazione2Gli stand organizzano degli eventi (sono presenti dei calendari) e se vorrete partecipare cercate di essere lì almeno 30 minuti prima per avere un posto in prima fila. Verranno lanciati gadget, buoni sconto, game card e tanto altro.
Ci sono anche delle competizioni, dei quiz su vari giochi, gare di velocità di assemblaggio, gare di modding e così via.
Nei momenti di calca è improponibile fare le code per testare i videogames. Vi consiglio di fare un giro esplorativo per vedere tutto quello che espongono i vari stand.

Lo stand dello shopping è enorme e fornitissimo. Troverete di tutto e anche alcune offerte irripetibili. Sono presenti gli store ufficiali di Ubisoft, Blizzard e SquareEnix (che sono quelli più presi d’assalto).

shopping1 shopping2

È possibile acquistare alcuni gadget in edizione limitata che sono presenti solo alla Gamescom o solo in fiere internazionali, imperdibili.

shopping3 shopping4

Tenete sempre conto dello spazio in valigia, ecco perché inizialmente vi ho consigliato di portare con voi il meno possibile.

È presente un capannone chiamato “area family”, molto più tranquillo: fateci un giro, troverete diverse mostre, aree ricreative, zone per i cosplayers, punti ristoro e soprattutto zone relax.

areafamily

Se vorrete provare qualche gioco alla Gamescom tenete in considerazione questi consigli, o rischierete di non godervi a pieno l’evento. Nella mia esperienza di tre giorni di fiera, non sono riuscito a vedere tutto quanto perché ho utilizzato male il mio tempo, ma se fossi stato a conoscenza di tanti piccoli particolari, avrei senza dubbio raggiunto il mio obiettivo in due giorni.