Jim Lee

Batman: Tom King parla dell’ateismo del protagonista il numero #53 ha sollevato discussioni sulla posizione di Bruce nei confronti della religione

5949 0

ATTENZIONE SPOILER INSIDE 

Il Batman di Tom King continua a far parlare i fan, dopo i dubbi sulla felicità di Bruce senza Batman e la questione legata al numero #50 e il suo matrimonio, ora i problemi dell’uomo pipistrello riguardano le sue posizioni religiose.

Secondo i fan, Tom King nel numero #53 avrebbe descritto Bruce come un vero e proprio Ateo, nel numero troviamo l’alter-ego di Batman come giurato in un processo che vede coinvolto Mister Freeze, intenzionato a non condannare il criminale. In realtà questa volta il protagonista è consapevole di essersi spinto oltre per catturare il villain e lotta i naula per convincere di ciò la giuria.

Nell’albo Bruce verrà colto di sorpresa dalla domanda di un altro giurato che gli chiede se creda in Dio, la risposta è sintomatica, Wayne risponde che una volta era credente, ma che dopo la morte dei propri genitori abbia accantonato la fede in Dio.

Ovviamente molti dei lettori sono subito giunti alla conclusione diretta che Batman si identifichi come un ateo, un non credente, ma in realtà l’affermazione potrebbe essere semplicemente figlia del momento oppure un indizio di disillusione nei confronti delle sue vecchie credenze.

Come già è avvenuto in passato, a parlare dell’argomento facendo un po’ di chiarezza ci ha pensato l’autore stesso, Tom King , che sul suo profilo instagram ha scritto :

Molte persone sostengono che Batman #53 (che ho scritto) mostri come Batman sia ateo. Non è in quel modo che personalmente interpreto quel fumetto. Tuttavia non credo che la mia chiave di lettura sia la più importante. Comunque spero che lo abbiate letto tutto ed abbiate deciso voi stessi.

L’autore prende quindi le distanze dall’interpretazione della massa, quella che ha inteso Bruce come super-eroe ateo. In realtà volendo esaminare bene la situazione l’ateismo di Batman è pressoché  improbabile.

Il protettore di Gotham City ha infatti spesso a che fare con vere e proprie divinità o semi – tali, che ha avuto come alleati e/o nemici nel corso della sua storia, come ad esempio Wonder Woman.
In una visione più amplia della frase, molto interpretata e filosofeggiante, si potrebbe parlare di una negazione dello status divino di questi personaggi, un religioso spesso crede nell’infallibilità del suo Dio, nel piano divino che guida le sue azioni, in questo caso proprio la conoscenza che Batman\Bruce ha di questi esseri superiori potrebbe essere la ragione dietro l’affermazione, riconoscendo che essi falliscono, che non sempre hanno un piano per noi e per questo Bruce non “crede” in loro.

Tom King continua a sorprendere con la sua run che divide i fan dell’uomo pipistrello, quali saranno i prossimi argomenti?

Seguiteci anche su Instagram
 ComixIsland.it

Marcello Portolan

Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD