City of Lies cinematown.it

City of Lies: battuta d’arresto per l’ultimo film di Johnny Depp La pellicola doveva essere rilasciata questo settembre, ma Good Films ci ha ripensato sorprendendo tutti.

6633 0

Johnny Depp ha recentemente partecipato a City of Lies, thriller poliziesco ambientato a Los Angels con l’attore nelle vesti del detective sulle tracce dell’assassino di Notorious BIG, ma il progetto ha subìto una cancellazione inaspettata. Previsto per la distribuzione casalinga dal 7 settembre 2018, Global Road ne ha arrestato il rilascio senza annunciare una data alternativa. Oltre a Johnny Depp, City of Lies ha visto la partecipazione di Brad Furman – regista della pellicola – e di Forest Whitaker – giornalista co-protagonista al fianco del detective.

Gli avvocati dei coinvolti non hanno ancora commentato l’accaduto. Se City of Lies non dovesse essere davvero distribuito, ciò rappresenterebbe una grave battuta d’arresto per la carriera di Depp, recentemente implicato in una lunga serie di spiacevoli controversie legali e professionali, la più pesante delle quali risale al mese scorso. Il location manager del film, Greg Brooks, accusò l’attore per una presunta aggressione fisica.

LEGGI ANCHE: Le dichiarazioni delle guardie del corpo

Patemi d’animo che esulano da City of Lies, risalendo al 2016, quando Depp ha siglato il suo divorzio con Amber Heard, che non gli risparmiò accuse di violenza fisica e verbale, nonostante la dichiarazione congiunta successiva alla sentenza abbia posto una pace pubblica dal sapore nostalgico, anche se amaro.

Abbiamo vissuto una relazione molto passionale e molto volubile ma dal profondo amore. Nessuno dei due ha preso questa scelta per avere un ritorno finanziario e non abbiamo mai cercato di trarre un vantaggio unilaterale dalla cosa, come nessuna violenza è stata deliberata.

Depp è recentemente apparso al Comic-Con di San Diego per lo stand di Animali Fantastici: I Crimini di Grindelwad, film nel quale tornerà nei panni del primo Signore Oscuro. L’evento è stato seguito da spiacevoli commenti nei confronti della produzione, che avrebbe mantenuto l’attore nel cast nonostante le recenti accuse. Un’epopea che non ha travolto solo Depp e che speriamo non lo coinvolga ulteriormente: il pubblico ama l’attore, non ama di certo una persona che non può conoscere nel privato.

Fonte: CinemaTown

Francesco Paolo Lepore

Francesco Paolo Lepore

Redattore presso PJN e CinemaTown, laureato in Nuove Tecnologie dell'Arte, studente di Social Media Marketing. Il cinema è una costante della sua vita. Ha scritto e diretto diversi progetti per le università e il territorio. Amante dei mass media, ne studia minuziosamente i meccanismi utili alla comunicazione emozionale. Scrive da sempre, osserva da sempre, ricorda tutto da sempre.