Predator: 30° Anniversario: la recensione SaldaPress festeggia i 30 anni del cacciatore Yautja con un volume che permetterà a noi di mettere in bacheca un trofeo

4360 0

Era il 1988 quando il primo, letale Predator ha fatto la sua comparsa nelle sale cinematografiche, affrontando in battaglia il Magg. Dutch Schaefer interpretato da Arnold Schwarzenegger e entrando nell’immaginario collettivo degli spettatori.

Un successo strepitoso che prima ancora di diventare un franchise cinematografico vide le sue avventure continuare in un altro medium, quello del fumetto, dando vita ad un vero e proprio “predatorverse” nel mondo comics, simile a quello nato attorno ad un altro alieno cinematografico, lo Xenomorfo di Alien. Paradossalmente il destino delle due razze si incrocerà non molto dopo, dando vita agli scontri  che li vedono contrapposti in  Alien vs Predator, alimentati da un Easter egg presente nel secondo capitolo cinematografico di Predator, uscito nel 1990.

SaldaPress per festeggiare questo traguardo importantissimo per il franchise ha deciso di omaggiarne la creatura protagonista con un volume speciale, Predator: 30° Anniversario, in uscita il 31 Agosto dando inizio ad un nuovo percorso editoriale che proseguirà sulle pagine del nuovo mensile dedicato agli Yautja .

Questo speciale volume vede raccolte le storie che compongono la prima trilogia dedicata al cacciatore a fumetti,  composta da Giungla di Cemento, Guerra Fredda e Fiume Oscuro, pubblicate in origine da Dark Comics e scritte da Mark Verheiden autore acclamato anche per il suo lavoro sullo Xenomorfo, che qui agirà sui disegni di Chris Warner e Ron Randall.

A fare da collante nel percorso attraverso il mondo non avremo solo il villain alieno, ma anche il protagonista ovvero un poliziotto duro e testardo,Schaefer, il fratello  minore del protagonista del film, una chicca che crea un legame speciale fra cinema e mondo dei fumetti.

Le tre storie formano una sorta di trittico dove i protagonisti si affrontano su tre terreni di sfida diversi, quasi a bilanciare la sfida.
La prima delle tre storie mette in vantaggio gli umani, è ambientata in un contesto urbano, durante una guerra fra bande, la stessa base da cui un paio di anni più tardi trarrà la sua trama il cinema per Predator 2. La seconda delle storie invece porta il protagonista ad affrontare gli  Yautja in un territorio ostile per entrambi, il freddo della Russia negli anni 90, dove ad essere gelidi erano anche i rapporti USA – URSS. L’ultimo incontro vede avvantaggiati gli alieni, con Schaefer costretto a tornare nella giungla dove il mito ha avuto inizio.

Le storie scritte da Verheiden  sono invecchiate alla perfezione, il linguaggio crudo, violento e il clima da cinema action sono una componente ancora attuale, cosi come lo stile un po’ vintage dei disegni di Chris Warner e Ron Randall, con proporzioni e muscolature che erano classiche ai tempi.

Se avete amato il primo film o volete prepararvi per la visione di The Predator in uscita a settembre,  le 308 pagine a colori di questo bellissimo volume Predator: 30° Anniversario al prezzo di 29.90€ sono assolutamente consigliate.

 

Marcello Portolan

Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD

There are 1 comments

  1. Pingback: Romics: all'evento sarà presente Chris Warner - ProjectNerd.it

Comments are closed.