Woody Allen potrebbe tornare a girare a Barcellona Dopo Vicky Cristina Barcelona, Woody Allen potrebbe tornare nella capitale catalana per il suo prossimo film.

4735 0

A dieci anni di distanza dall’uscita del film Vicky Cristina Barcelona (2008), Woody Allen potrebbe tornare a girare un film a Barcellona. Il regista newyorkese sarebbe in trattative con Mediapro per la realizzazione di un film nella capitale catalana che fa da sfondo a Vicky Cristina Barcelona.

Leggi anche: I 10 film più belli di Woody Allen

A rendere concreta l’opportunità di vedere un altro film di Woody Allen è Jaume Roures, fondatore di Mediapro, gruppo audiovisivo spagnolo nato proprio a Barcellona. L’accordo, secondo Roures, si chiuderà grazie a un incontro fissato per la prossima settimana.

Un’immagine dal film Vicky Cristina Barcelona (2008)

Ciononostante, viene specificato, la produzione del film non potrà essere immediata: questo perché Allen è già impegnato, attualmente, in un altro progetto che lo vede ancora immerso nella scrittura di una sceneggiatura. Si spera e si pensa, tuttavia, che quest’opera vedrà la luce a partire dall’anno prossimo.

Come spiega Roures, “[Woody Allen] già possiede uno schema preciso del film che vuole realizzare.

Inoltre, sempre lo stesso Roures spiega che le voci secondo cui non ci sarebbero finanziamenti per il prossimo film di Allen è solo un rumor di poco conto. “Si tratta di un’esagerazione, un rumor che si amplifica perché tutti lo ripetono senza chiedere ulteriori informazioni. Avremmo addirittura potuto chiudere l’accordo quest’anno, se avessimo voluto farlo“.

Woody Allen sul set di Vicky Cristina Barcelona (2008), con gli attori del film

Leggi anche: Woody Allen difeso dal figlio Moses Farrow

Intanto, ricordiamo che Woody Allen ha terminato le riprese di A Rainy Day in New York novembre scorso e che, purtroppo, Amazon non distribuirà più il film. Per ora non conosciamo il destino del film, che non verrà proiettato neppure nelle sale. Le notizie riguardo l’uscita di A Rainy Day in New York sono in sospeso.

Con ogni probabilità, la causa di questa cancellazione è da attribuire a un imbarazzo causato dalle pesanti accuse a lui mosse tempo fa da Mia Farrow, ex moglie del regista. Con l’agitarsi del movimento #MeToo, infatti, Woody Allen è stato nuovamente investito delle stesse accuse che lo videro al centro di uno scandalo negli anni ’90, e da cui poi è stato assolto da due comitati investigativi.

 

 

Fonte: La Vanguardia

Federica Cremonini

La sua passione per la settima arte comincia quando, da piccola, scopre una videocassetta di Nightmare nascosta su una mensola in casa. Trascorsi i primi anni di cinefilia ad approfondire l'horror (in ogni salsa), passa alla seconda fase tipica di ogni appassionato: Lynch, Kubrick, Tarantino. Dopo una terza fase fatta di nouvelle vague, cinema russo e New Hollywood, decide che è finalmente pronta a dare la risposta definitiva: il suo cuore appartiene a David Cronenberg.