Rockopolis: la recensione Il GdR torna sui nostri tavoli attraverso nuove vesti: Rockopolis è infatti la sfida vincente della Minos Games, finanziata su kickstarter in meno di 36 ore

3206 0

Rockopolis G.D.R. (Giovani Divi del Rock) di Gilbert Gallo e Andrea Sbragia, edito dalla Minos Games , è stato lanciato su Kickstarter il 4 Settembre scorso e finanziato in meno di 36 ore.
Rockopolis verrà prodotto in italiano e inglese: per la seconda versione occorrerà attendere il 2019, mentre la prima, in italiano verrà consegnata in tempi brevissimi: Ottobre 2018.
La copia fisica del manuale consterà di 220 pagine a colori in formato A4, con copertina rigida.

In Rockopolis i giocatori dovranno interpretare un gruppo di rockers disposti a tutto per diventare delle superstar.
Affrontando band rivali, i loro fan e gli eccessi delle loro vite sfrenate, il gruppo potrà raggiungere il successo attraverso delle armi ad hoc: i propri strumenti, la voce e il look; qualsiasi cosa sarà lecita pur di “stupire” il pubblico.
Rockopolis è ambientato nel mondo reale, potrate quindi scegliere una delle metropoli più caotiche al mondo, oppure una semplice cittadina di provincia, mantenendo sempre lo stesso obiettivo: diventare una star della musica.
Creazione Personaggio


Nome e Nome d’Arte: il giocatore sceglie il nome reale e il suo eventuale nome d’arte.
Anime: distribuite 7 punti tra le anime, che sono quattro: Metal, Punk, Blues e Glam. Ciascuna ha un valore da 1 a 4, che rappresenta il numero di dadi (d6) che il giocatore lancerà.
Relazioni: scegliete almeno due persone con le quali avere relazioni e distribuite tra loro un totale di 3 punti, optando tra amore (relazione positiva) e odio (relazione negativa).
Tratti:scegliete almeno due tratti dalla lista presente sul manuale e distribuite tra loro un totale di 5 punti. I tratti indicano le capacità speciali del personaggio.
Musa: Sceglietene almeno una e distribuite tra le Muse scelte un totale di 3 punti. Una Musa rappresenta la fonte di ispirazione di un vero rocker, ma al tempo stesso lo tenterà nel seguire i suoi vizi e perdere il controllo: seguire la propria Musa farà guadagnare punti Ispirazione, ma renderanno il personaggio preda della tentazione.
Abilità: Ispirazione e esperienza iniziano a 0, quindi al momento non avrete abilità.
Denaro e Equipaggiamento: all’inizio potrete scegliere di iniziare con 1000 dollari, oppure con 100 dollari ed un minimo equipaggiamento (vestiti di scena e amplificatore);

In Rockopolis si usano esclusivamente i dadi a 6 facce (d6).
Per ogni risultato di 3 o più, si segna un Successo; un dado con risultato 1 o 2 viene considerato come fallimento, mentre per ogni 6 – oltre a dare un successo – potrete lanciare un nuovo dado.
I personaggi si troveranno in situazioni Off Stage e On Stage: le prime riguardano tutti i casi in cui i personaggi non si esibiscono, mentre le seconde si verificano quando questi danno sfogo alla loro musica, sia dentro che fuori dal palco.

Situazioni Off Stage
– Se un lancio genera un triplo 6 (The Number of the Beast) il Rock vi darà una mano e otterrete due successi addizionali, ricaricando un tratto o una Relazione.
– Quando un personaggio si troverà di fronte a una situazione che possa rappresentare una tentazione per la sua Musa, dovrà decidere se cedere alla Musa oppure no.
Per resistere, dovrete effettuare un tiro di dadi (le Muse posseggono un valore che va da 1 a 6).
Decidere invece, di cedere alla Musa farà guadagnare 5 punti Ispirazione, ma farà aumentare di 1 il livello di quest’ultima.
Tentare di resisterle ma fallire, vi farà ottenere 2 punti Ispirazione, ma farà aumentare di 1 il livello della Musa.
Resistere alla Musa non fornisce punti Ispirazione, ma fà diminuire di 1 il livello della Musa.
– Dopo il lancio dei dadi, il giocatore può spendere punti ispirazione: ogni punto speso vale un successo.

Situazioni On Stage
Una volta sul palco, la vostra band dovrà cercare di soddisfare l’Aspettativa del pubblico.
L’Aspettativa di un concerto indica quanto è facile o difficile accontentare il pubblico e costituisce l’obiettivo da raggiungere, unitamente ai brani e alla performance presentati.
I Brani sono suddivisi per difficoltà, e quest’ultima determina quanti successi debba ottenere la band per eseguirli correttamente (qua entra in gioco il lancio dei dadi).
La Difficoltà stabilisce anche quanti Applausi o Fischi riceverete dal vostro pubblico: da qui si otterrà l’esito positivo o negativo del concerto, che andrà a scontrarsi con l’Aspettativa del pubblico.
L’esecuzione di un brano deve attraversare dei passaggi specifici per avere un esito positivo, e i dadi in questo frangente, dominano incontrastati.
l’Influenza reciproca è un aspetto importantissimo: infatti, se un membro del gruppo ottiene almeno un numero di successi pari al valore di difficoltà del brano, il membro successivo potrà lanciare un dado in più durante la sua esecuzione.
Allo stesso modo, se un membro non riuscirà ad ottenere un numero sufficiente di successi, il membro successivo dovrà lanciare un dado in meno durante la sua esecuzione.
Quando la band avrà completato tutte le canzoni, si dovrà fare la differenza tra il numero totale degli Applausi e il numero totale dei Fischi: tale valore andrà poi confrontato con l’Aspettativa del pubblico: se si supererà l’Aspettativa, il concerto avrà avuto esito positivo; se così non fosse… la vostra band dovrà affrontare un pubblico scontento e disgustato dall’esibizione.

Conclusioni

Rockopolis si presta ad essere giocato da chiunque, neofiti e veterani, anche senza alcuna conoscenza musicale.
Starà al Game Master creare un buon e divertente contesto di gioco all’interno del quale i players possano sentirsi a proprio agio.
Il “Number of the Beast” è davvero un’idea originale e appropriata per la tipologia d’ambientazione, e le Muse completano perfettamente l’intero scenario.
La versione 1.1 (testata da Projectnerd) presenta ben quattro avventure demo, la prima delle quali possiede dei personaggi già pronti, permettendovi di provare il gioco senza alcun indugio!
Le avventure sono suddivise verso un particolare sottogenere rock: Blues, Punk, Metal e Glam: lasciando libertà e spazio sia al Master che ai giocatori, che da subito riescono a calarsi nei propri ruoli e a mettersi nei panni di rockers “in erba” alla ricerca del tanto agognato successo!
Nonostante le perplessità iniziali legate all’ambientazione di Rockopolis, Projectnerd consiglia vivamente la prova e l’acquisto di quest’originale e divertentissima idea di Minos Games, che potrete trovare al Lucca Comics&Games 2018!

Anna Argiolas

Anna Argiolas

Nata nel vicinissimo 1984, completa gli studi presso il Liceo Classico, a Cagliari. La curiosità innata e l'amore per la scrittura sono alla base di ogni sua passione: dalla primissima per i fumetti di "Topolino", con una collezione di centinaia di volumi, a quella per telefilm e film ricercati e rigorosamente selezionati. La passione per i giochi da tavolo e i mattoncini Lego l'accompagnano fin dall'infanzia, e ancora oggi sono parte integrante del suo tempo libero. Segue con ostinazione il motto "coltiva sempre il bambino che c'è in te".