Morgan Lost & Dylan Dog - Londra in rosso e grigio

Morgan Lost & Dylan Dog – Londra in rosso e grigio – La Recensione Si conclude il team-up tra il Cacciatore di serial killer e l'Indagatore dell'Incubo. Ma è solo il primo tempo

8415 0

Si conclude il team-up tra Morgan Lost e Dylan Dog. Anzi, no. L’albo Londra in rosso e grigio segna solo la fine del primo tempo dell’incontro tra i due eroi della Sergio Bonelli Editore, lasciando i lettori con un finale a sorpresa e un cliffhanger davvero promettente.

Londra in rosso e grigio porta a conclusione gli spunti narrativi avviati nel primo albo, Incubi e serial killer (di cui potete leggere qui la recensione), ma mette tutt’altro che la parola fine all’incontro tra il Cacciatore di serial killer e l’Indagatore dell’incubo. Morgan Lost e Dylan Dog, infatti, torneranno di nuovo insieme tra circa un anno. Questa volta però, alla luce di quanto visto in questo primo tempo, non sarà per collaborare.

La trama scritta da Claudio Chiaverotti (su soggetto condiviso con Roberto Recchioni) risulta ancora una volta serrata e avvincente. In Londra in rosso e grigio il racconto è tutto (o quasi) giocato sull’azione e si concentra sulla ricerca da parte di Morgan dei due serial killer che infestano le strade della capitale inglese, Johnny Dark e il Killer di vampiri. Ma se il primo caso si conclude positivamente, l’indagine sul secondo porta a una svolta inaspettata.

Anche in questo albo non mancano poi gli elementi soprannaturali, tipici delle storie di Dylan Dog, dalla presenza della Morte, con relativo patto stipulato da uno dei protagonisti con la Nera Signora, alla comparsa dei vampiri. Quelli veri, non solo quelli della società uccisi dal killer a cui Morgan dà la caccia.

I dialoghi seguono bene l’andamento serrato del racconto, risultando rapidi ed efficaci e mai prolissi. Da sottolineare una battuta di Groucho, nel suo abituale ruolo metatestuale di frantumatore della quarta parete, sulla diminuita qualità degli albi di Dylan Dog dopo il numero 100 (cliché diffusissimo tra i fan dell’Indagatore dell’Incubo).

Alla pari dell’albo precedente, anche in Londra e rosso e grigio i disegni di Val Romeo spiccano per il tratto pulito e delicato, come da cifra stilistica tipica dell’artista siciliana. A realizzare la copertina è Fabrizio Di Tommaso, la cui cover va a completare un’unica illustrazione insieme a quella di Incubi e serial killer.

Il primo tempo del team-up tra Morgan Lost e Dylan Dog è stato dunque sicuramente piacevole, carico di adrenalina e con un finale che è risultato davvero, come promesso da Chiaverotti, un “pugno nello stomaco“.

A gennaio prenderà il via la terza stagione di Morgan Lost, il ciclo delle Black Novels, al termine del quale avremo un nuovo team-up con Dylan Dog. L’atteso secondo tempo dell’incontro tra il Cacciatore di serial killer e l’Indagatore dell’incubo.

Roberto Iacopini

Roberto Iacopini

Classe 1984, insegnante, giornalista, sta ancora cercando di espandere il suo cosmo per raggiungere il settimo senso... ma si accontenterebbe del quinto e mezzo