JPOP: Aggredita la idol Yamaguchi Maho, membro delle NGT48 Ad aggredire la giovanissima idol sono stati due uomini.

3969 0

Un duro colpo per il mondo del jpop, dove la giovane Yamaguchi Maho, membro del gruppo idol NGT48 (gruppo costola del ben noto AKB48), racconta di una vicenda che l’ha coinvolta in prima persona e che l’aveva portata ad un momentaneo allontanamento dai social network a causa dello stress che stava vivendo.
Durante un live broadcast di “Showroom”, una sorta di live streaming dove i fans possono fare domande alle idols del gruppo, si nota un dimagrimento improvviso della ragazza, la quale commenta la cosa con:

“Chiunque avrebbe subito una perdita di peso se si fosse trovato in questa mia situazione, quindi va bene”

Yamaguchi inizia così a parlare di un incidente che le è successo all’incirca un mese fa. Non entrando nei dettagli esatti, ha parlato di come alcuni membri del gruppo possano far trapelare informazioni estremamente personali come un indirizzo di casa e restare impuniti nonostante tutto.

“Non posso fare a meno di chiedermi che cosa sarebbe successo se fossi stata uccisa quella volta”

Tra le lacrime, continua poi dicendo che voleva parlarne prima, ma la direzione del management ha promesso di risolvere le cose per lei,  ma a detta della giovane non è stato fatto assolutamente nulla. Proprio mentre lei continuava a parlare di quanto accaduto, il live stream si interrompe bruscamente.
Dopo che la direzione ha tagliato lo streaming intenzionalmente, Yamaguchi decide di utilizzare il proprio profilo Twitter (post che poi verranno cancellati subito dopo, ma che qualcuno ha salvato per tempo come vedrete di seguito) per raccontare direttamente quanto le sia  successo: a Dicembre, dopo essere tornata a casa da una sua performance, è stata aggredita da due uomini proprio davanti alla sua abitazione. Questi ultimi le rivelarono che una delle ragazze del suo gruppo aveva svelato loro in segreto quando Yamaguchi sarebbe tornata a casa, fornendo inoltre indirizzo e appartamento esatti.

Yamaguchi ha dichiarato di essere sempre stata molto cauta quando tornava a casa da sola, e il giorno dell’assalto ha controllato se qualcuno si trovava nel corridoio esterno prima di entrare nel suo appartamento. Non vedendo nessuno, entrò nel suo appartamento e nel momento in cui iniziò a chiudere la porta, una mano improvvisamente spuntò dall’altra parte. Il primo uomo aprì la porta con forza e afferrò Yamaguchi per la faccia così forte che quasi cadde a terra. Mentre cercava disperatamente di respingerlo, pensò “Se mi arrendo adesso, mi farò uccidere”. Nel momento in cui lei si fece forza per contrastare l’aggressore, il secondo uomo apparve da un lato opposto (che si trova proprio nella direzione dove vive un’ altra ragazza del gruppo) cercando subito di inchiodarla, ma lei iniziò a gridare aiuto e le coprì la bocca con una mano.
Solo il rumore di un ascensore fece allarmare i due criminali, che distraendosi permisero alla ragazza di sfuggire alla loro aggressione. Nonostante i due vennero arrestati per il reato, al momento in cui Yamaguchi pubblicò i suoi tweet, essi furono già rilasciati.

In un altro tweet, la giovane racconta di esser stata molto riluttante nel raccontare quanto accaduto perchè non voleva creare alcun problema al gruppo, ma soprattutto non voleva che l’impegno di tante delle NGT48 venisse mandato in fumo creando un clima di odio da parte dei fans nei confronti di chi magari non aveva colpe sul diffondere dati personali.

Ma vedendo come lo stesso manager Etsuro Imamura non avesse preso alcun provvedimento in merito, ha deciso di raccontare in prima persona la vicenda, lamentando quanto sia ingiusto che le idol colpevoli dei leak restassero impunite.
Allo stato attuale delle cose, i fans hanno iniziato a speculare su chi possa aver diffuso dei dati così personali, ma non si ha nulla di confermato e lentamente, i media giapponesi  stan finalmente diffondendo quanto accaduto, nella speranza che il management del gruppo faccia davvero qualcosa al riguardo.

 

Sara Roncaglia

Appassionata al Giappone sin dalla tenera età. I suoi hobby sono il disegno, la musica e il cosplay, da sempre è invaghita del mondo del doppiaggio e dopo esser cresciuta con il doppiaggio italiano, scopre il vasto mondo del doppiaggio giapponese, di cui è grandissima fan e spera di poterne conoscere qualcuno! Info sui seiyuu? Lei è la persona che fa per voi!