vincitori cannes 2019 projectnerd.it

Vincitori Cannes 2019: la lista completa categoria per categoria Il Festival giunge al termine con delle assegnazioni che rispecchiano le aspettative dei critici. La lista completa dei Vincitori di Cannes 2019.

4410 0

Il Festival di Cannes 2019 è giunto al termine dopo un’estenuante competizione, iniziata sabato scorso con la proiezione de I morti non muoiono – che in apertura non sembrava dare l’impressione che la rassegna volesse iniziare nel migliore dei modi – e proseguita con presentazioni di progetti di livello sempre maggiore, culminati nei capolavori di Dolor y gloria di Pedro Almodóvar e Parasite di Bong Joon-ho. Tra i vincitori Cannes 2019, non figura in nessuna categoria il C’era una volta a… Hollywood di Quentin Tarantino, come neppure Il traditore di Marco Bellocchio, fatto questo che lascia l’Italia a mani vuote. Ogni categoria rispecchia piuttosto bene quelli che sono stati i pronostici e le preferenze della critica, sebbene l’assegnazione della miglior regia a Le jeune Ahmed ha lasciato piuttosto interdetti – sopratutto visto il livello dei film di punta, come Parasite, che insieme a Dolor y gloria hanno rappresentato i titoli memorabili di quest’anno. Di seguito, la lista completa dei vincitori Cannes 2019, compreso Un certain regard.

Vincitori Cannes 2019 – la lista completa

vincitori cannes 2019 projectnerd.it

  • PALMA D’ORO

Parasite di Bong Joon-ho

  • GRAND PRIX SPECIALE DELLA GIURIA

Atlantique di Mati Diop

  • PRIX DE LA MISE EN SCÈNE (REGIA)

Le Jeune Ahmed di Jean-Pierre & Luc Dardenne

  • PRIX DU SCÉNARIO (SCENEGGIATURA)

Céline Sciamma per Portrait de la jeune fille en feu

  • PRIX D’INTERPRÉTATION FÉMININE

Emily Beecham per Little Joe di Jessica Hausner

  • PRIX D’INTERPRÉTATION MASCULINE

Antonio Banderas per Dolor y Gloria di Pedro Almodóvar

  • PREMIO DELLA GIURIA

Ax-æquo a Bacurau di Kleber Mendonça Filho & Juliano DornellesLes Misérables di Ladj Ly

  • CAMÉRA D’OR

Nuestras Madres di César Díaz

  • MENZIONE SPECIALE

Elia Suleiman per It Must Be Heaven

Palma d’oro per il Migliore Cortometraggio a The Distance Between Us And The Sky di Vasilis Kekatos.
Menzione speciale della Giuria per il Migliore Cortometraggio a Monstruo Dios di Agustina San Martín.

  • MIGLIOR FILM (UN CERTAIN REGARD)

La vita invisibile di Euridice Gusmao, di Karim Ainouz

  • PREMIO DELLA GIURIA (UN CERTAIN REGARD)

O que arde di Oliver Saxe

  • MIGLIOR REGISTA (UN CERTAIN REGARD)

Kantemir Balagov (Beanpole)

  • MIGLIOR ATTORE (UN CERTAIN REGARD)

Chiara Mastroianni (Chambre 212)

LEGGI ANCHE: Dolor y Gloria – la recensione del film in concorso al Festival di Cannes

Fonte: CinemaTown

Francesco Paolo Lepore

Francesco Paolo Lepore

Redattore presso PJN e CinemaTown, laureato in Nuove Tecnologie dell'Arte, studente di Social Media Marketing. Il cinema è una costante della sua vita. Ha scritto e diretto diversi progetti per le università e il territorio. Amante dei mass media, ne studia minuziosamente i meccanismi utili alla comunicazione emozionale. Scrive da sempre, osserva da sempre, ricorda tutto da sempre.