Meglio di Noi: La recensione della serie Sci-Fi russa robot e umani vivono fianco a fianco nel nuovo show Netflix Original

3845 0

Ha fatto il suo arrivo lo scorso 16 agosto Meglio di noi, la prima serie Netflix Original proveniente dalla Russia e già confermata per una seconda stagione (distribuita già in madre patria)

La serie ci porta in un mondo futuro in cui Robot – che seguono le classiche regole di Asimov – e Umani vivono fianco a fianco, aiutando nel lavoro e nella vita di tutti i giorni, dando ovviamente vita a tutti quegli scenari tanto cari ai lettori della fantascienza più classica. Con frange terroristiche anti-robot, dilemmi morali sul rapporto fra umani e sintetici e su ciò che si può definire realmente vita. La protagonista è Arisa, un robot speciale in grado di trasgredire le 3 leggi e uccidere se necessario, nella sua fuga incontrerà la famiglia della piccola Sonya e con loro inizierà una nuova vita, destinata a cambiare numerosi destini.

Meglio di Noi si sviluppa  cercando di galleggiare fra noir e sci-fi con risultati decisamente altalenanti. Il ritmo della narrazione spesso finisce per diventare troppo blando, con strappi più adrenalici sporadici che non bastano a tenere lo spettatore incollato allo schermo. Il lato più emotivo della fantascienza, quello che solleva dubbi sulla morale e sulla vita funziona e offre i giusti spunti per riflettere, ma rimane troppo portante e male amalgamato rispetto al resto dello show.
Interessante invece l’analisi del dilemma più sociale, con un gruppo terroristico nato dal terrore che gli automi, sempre più intelligenti, ci tolgano il lavoro relegandoci a strumenti obsoleti anche in ambiti come l’insegnamento o l’accoglienza. Un punto di vista diverso rispetto al più classico – e presente- sfruttamento a fini meramente sessuali dei robot.

I protagonisti della serie non sono scritti in maniera perfetta, qualche volta le loro azioni risultano un po’ troppo forzate, ma tirando le somme svolgono un ottimo lavoro nel portare avanti i quesiti della trama. In alcuni passaggi la trama si concede – speriamo volontariamente – il lusso di ignorare le leggi della robotica da loro citate, creando in qualche caso situazioni di comodo con cui sbloccare o forzare situazioni, non è certamente un’ottima scelta, ma ha la sua utilità nella trama globale.

In qualche modo questo prodotto della fantascienza Russa riesce a convincere lo spettatore maggiormente rispetto ad altri show di provenienza USA recentemente apparsi sul colosso Netflix, segno la politica aziendale che prevede la ricerca di nuovi prodotti nei 4 angoli del globo ripaga.Meglio di Noi ha il sapore della letteratura classica del genere, un espediente ottimo per catturare gli appassionati, ma non brilla certo per originalità.

Per tutte le notizie sul mondo di Netflix seguite punto Netflix su Facebook
bannerpni

Marcello Portolan

Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD