I lottatori messicani cuciono mascherine ispirate al mondo della Lucha Libre

728 0

Il mondo intero sta lottando uno dei match più difficili di sempre, quello contro il coronavirus e tutti siamo in qualche modo sullo stesso ring.
Anche gli iconici lottatori della Lucha Libre, che impossibilitati a lottare per via del covid-19 e le regole sul distanziamento sociale hanno trovato un nuovo modo per racimolare qualche soldo e aiutare nella lotta al contagio in Messico, dove sta iniziando a diffondersi sempre più rapidamente.

La soluzione per loro è abbastanza ovvia, realizzare mascherine, ma nel loro stile . Per chi non lo sapesse i lottatori della Lucha Libre sono quelli che avete visto sul ring del Wrestling lottare indossando maschere in spandex, finendo per essere spesso identificati proprio per questa loro peculiarità.

El Hjio de Soberano è uno dei lottatori messi a dura prova dalla situazione, impossibilitato a svolgere il proprio lavoro e ha rivelato :
“La scorsa settimana abbiamo avuto un momento molto difficile e mia moglie mi ha detto: ‘Perché non facciamo le maschere per il viso?'”
“Così ne abbiamo fatte alcune, ma usando il materiale che avevamo per i costumi. Usiamo la lycra e i tessuti che vengono utilizzati negli abiti del wrestling. Hanno doppie cuciture e tessuto rinforzato “

Le sue maschere. vendute a circa 150 pesos messicani – circa 5 euro – ricordano quelle di luchadores leggendari come El Santo. L’idea sembra essere vincente e El Hijo sta ricevendo ordinazioni da tutto il Messico.

Lo stesso discorso è nato nella mente del wrestler in pensione Isaías Huerta, che ha dovuto chiudere il suo laboratorio – dove crea costumi di scena per lottatori- quando il governo ha chiuso le attività non essenziali, anche in questo caso si tratta di maschere che richiamano quelle di lottatori leggendari come Dr Wagner, La Parka e Black Taurus.

Isaías Huerta AkA  El Gato Gris ha dichiarato

“Ho sempre amato parlare di wrestling, così tanto che ho iniziato a cucire costumi per i miei compagni di squadra, e ora mi ha portato a inventare l’idea delle maschere da wrestler”

 

Marcello Portolan

Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD