Marvel Comics: e se il cattivo fosse Thor? Un necessario salto indietro fino alle antichissime vicende familiari tra il Dio del Tuono e Loki

893 0

L’antipatia che vige tra i due fratellastri deriverebbe in primis dal fatto che Thor sia il figlio legittimo di Odino (letteramente Odinson) unitamente alla convinzione che sia proprio questa differenza a rendere Thor il guerriero preferito di Asgard e Loki un personaggio di second’ordine. Eppure, Loki, figlio di un Gigante di Ghiaccio, famoso come Dio dell’Inganno, serial killer e ‘pecora nera’ di casa Marvel, ha molto spesso avuto anche reincarnazioni benevole.

Come confessato dallo stesso Thor in World War Hulks: Spider-Man & Thor, la malvagità di Loki potrebbe in parte derivare dall’atteggiamento ‘da bullo’ assunto dal paladino della giustizia a partire dall’adozione del fratellastro. Il Dio del Tuono era infatti solito prenderlo in giro per via del suo odore o per la sua passione per la lettura (e non per lo sport) di fronte allo stesso Odino. Un aneddoto esemplificativo riguarda un momento di gioco normale (in questo caso alquanto inusuale) tra fratelli: durante la lotta con altri ragazzi, Thor suggerisce a Loki di tendergli un’imboscata, ma egli reagisce indignato abbandonando il campo. In un secondo momento, la vendetta di Thor si scaglia contro il fratellastro e Odino è costretto a richiamare il figlio al buon senso, prerogativa di ogni eroe che voglia combattere con la calma di un guerriero.

Crescendo, i ruoli si sono definiti e le differenze tra Thor e Loki hanno preso forma più netta, collocando il primo personaggio tra i virtuosi e il secondo tra i malvagi, ma in alcune occasioni i fratelli hanno combattuto per un comune schieramento. In ogni caso, nulla esclude un futuro chiarimento tra i due e una auspicabile deposizione dell’ascia, o meglio del martello, di guerra.