The Head: La recensione della serie TV

252 0

Disponibile da qualche tempo su Amazon Prime Video troviamo The Head, una serie thriller ambientata al polo Sud.

Un gruppo di scienziati isolati in una stazione scientifica e una serie di morti misteriose, con queste premesse è praticamente impossibile non pensare a una pellicola cult come La Cosa, ma in questo caso come scritto in precedenza il paragone è minimo, visto che ci troviamo in un altro genere di show, che con la pellicola di Carpenter ha poco a che vedere.

Niente di sovrannaturale in The Head, ma un gruppo di personaggi isolati dalla civiltà e alle prese con degli omicidi efferati, che vedono obbligatoriamente uno di loro essere il colpevole. La serie diretta da Jorge Dorado e sceneggiata da Alex e David Pastor è costruita con una narrazione che si snoda attraverso diversi piani temporali, che episodio dopo episodio ci andranno a rivelare quelli che sono i veri misteri e le vere motivazioni dietro alle azioni del colpevole, ma non solo, anche degli altri personaggi che attorno a lui ruotano.

La storia infatti ci viene introdotta a partire dal Party di fine estate, dove inizia l’avventura del gruppo Invernale della stazione Polaris VI, pochi uomini temerari che affronteranno i sei mesi di buio. Successivamente però veniamo però catapultati al sorgere del sole, 6 mesi dopo, all’arrivo di una squadra preoccupata dall’assenza di notizie della crew invernale. Questo team di recupero farà una scoperta decisamente terribile, trovando un gran numero di cadaveri e una sola persona sopravvissuta e confusa, che avrà il compito di riportarci l’accaduto.  Ovviamente il ritrovamento di Maggie, la sopravvissuta sarà la molla per i Flashback che daranno il via alla struttura di cui abbiamo parlato qui sopra, rivelando passo passo quello che è accaduto nella base.

Gli attori coinvolti nel progetto (tra cui Alvaro Morte da La casa di Carta) e i personaggi scritti per loro sono il motore principale dell’intrigo, ognuno di loro sembra poter essere il colpevole e per questo l’intreccio dietro le quinte funziona e non perde mai troppo smalto, al netto di qualche situazione trattata forse in maniera troppo frettolosa da parte degli autori .

The Head è una serie ispirata e interessante, ma che secondo noi non riesce mai a raggiungere l’apice del suo ambizioso potenziale, al netto di questo rimane una serie da vedere per gli amanti del genere.

 

Marcello Portolan

Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD