Aquaman 2: Amber Heard fiduciosa di iniziare le riprese il prossimo anno Nonostante l’assenza di notizie ufficiali, con molta probabilità le riprese inizieranno nel primo 2021

1053 0

La notizia dell’inizio delle riprese giunge non dallo staff di Aquaman 2, ma dalla co-star Amber Heard, la quale veste i panni di Mera, amante del protagonista. In una recente intervista l’attrice, che ha già interpretato il ruolo nel 2017, sostiene di aver inteso che la produzione del sequel avrà inizio nel 2021. In aggiunta, nonostante i numerosi mormorii che la vorrebbero fuori dal cast, nessuna attrice la sostituirà.

Ai microfoni di Entertainment Weekly, la Heard ha affermato: “Sono super emozionata dalla quantità di affetto ricevuto dai fan, dalla grande stima ottenuta da Aquaman e dall’entusiasmo verso la coppia Aquaman-Mera, tale da farci tornare sul set. Sono così emozionata di girare il film!”.

Per quanto riguarda le voci che la vogliono fuori dal cast, l’attrice aggiunge: “I vociferi e le campagne sui social commissionati non governano [le decisioni sui casting] perché non hanno alcun fondamento nella realtà. E’ solo grazie ai fan se Aquaman e Aquaman 2 hanno futuro. Sono entusiasta di tornare sul set il prossimo anno”.

Al momento, l’uscita del sequel è fissata per il 16 dicembre 2022. Nel ruolo principale si riconferma Jason Momoa, insieme alle star Patrick Wilson nei panni di Orm e Yahya Abdul-Mateen II in quelli di Black Manta. Il regista James Wan porterà in scena la sceneggiatura scritta da David Leslie Johnson- McGoldrick.

Anche Momoa ha fatto delle dichiarazioni sul franchise e sul suo stesso personaggio, rilasciando un’intervista all’Associated Press. “Seguo con passione la direzione intrapresa da Aquaman, quindi ho deciso di andare avanti con l’idea del sequel. Molto, anzi moltissimo supporto c’è stato da parte di Warner Bros. e DC. Insomma, c’è sempre l’idea di un lavoro di squadra, ma ci tenevo ad esprimere la mia passione verso il secondo capitolo in arrivo”.

Il regista Wan ha aggiunto: “Così come nel primo film, anche nel secondo ci sarà un tocco della mia sensibilità horror […] E’ una mia caratteristica, mi viene naturale esprimerla in questo genere di film”.