Alan Foster, autore di diversi romanzi di Star Wars, ha scritto una sceneggiatura per riparare ai danni causati da Gli Ultimi Jedi Famoso tra i fan per aver scritto i romanzi ufficiali di Episodio IV ed Episodio VII, l'autore ha dichiarato di aver odiato Gli Ultimi Jedi al punto da aver scritto uno script alternativo per Episodio IX

550 0

Star Wars – Gli Ultimi Jedi continua a dividere e a far discutere fan e addetti ai lavori. L’ultima, autorevole voce ad aver apertamente criticato il film di Rian Johnson è nientemeno che quella di Alan Dean Foster, scrittore molto conosciuto nel campo della narrazione fantascientifica e noto tra i fan più accaniti di Star Wars per aver scritto i romanzi ufficiali di Episodio IV – Una Nuova Speranza e del più recente Episodio VII – Il Risveglio Della ForzaDurante una recente intervista sul canale youtube Midnigh Edge, l’autore ha giudicato l’episodio VIII un film terribile, la cui visione deve averlo sconvolto al punto da ideare e scrivere una storia che potesse in qualche modo “aggiustarlo”, una sorta di versione personale, e alternativa, di Episodio IX.

Ma facciamo un passo indietro. Scritto e diretto da Rian Johnson (Knives Out), Episodio VIII – Gli Ultimi Jedi è il film di mezzo nella nuova trilogia sequel prodotta dalla Disney, e nonostante sia stato un incredibile successo al botteghino con ben 1.3 miliardi di dollari guadagnati, lo si ricorda soprattutto per aver polarizzato pubblico e critica tra chi lo ha amato e chi lo ha odiato, tra chi ha gradito le nuove e audaci idee introdotte dal film, e chi ne ha invece criticato il tentativo di voler andare oltre i canoni della space opera. Il risultato è stato un dibattito, che si protrae ormai da 3 anni e i cui toni spesso sono andati oltre le discussioni civili, che ha reso Gli Ultimi Jedi il più controverso blockbuster degli ultimi anni.

Torniamo ora ad Alan Dean Foster. Durante la già citata intervista a Midnight Edge, l’autore ha condiviso le sue opinioni sull’ottavo film della saga di Guerre Stellari, definendolo “un film terribile” al punto tale da averlo motivato a scrivere una storia in grado di riparare ai danni provocati dalle scelte più controverse ne Gli Ultimi Jedi. Avrebbe fornito, ad esempio, una diversa spiegazione per quanto riguarda la capacità di Rey di entrare così rapidamente in sintonia con la forza, rendendola un personaggio in parte droide. Inoltre, sempre secondo la sua idea originaria, avrebbe dato una morte diversa a Luke Skywalker. Sfortunatamente per lui, però, una volta giunto al termine della stesura del suo script, JJ Abram aveva già avviato la produzione del suo L’Ascesa di Skywalker, motivo per cui da parte di Lucasfilm non ha ottenuto alcun genere di interesse.

Episodio VIII era ormai uscito, il danno era fatto. Quando l’ho visto ho pensato che fosse un film terribile. Ho pensato che fosse terribile come film di Star Wars, e non c’è bisogno di spiegare perché ogni fan la pensi così. Così mi sono domandato: ‘Come può questo essere corretto? Come possiamo correggere il più possibile di Episodio VIII in un ipotetico Episodio IX?’ E così ho scritto un trattamento parziale, cercando di creare una storyline in grado di spiegare molti degli stupidi avvenimenti di Episodio VIII“. Così Alan Dean Foster ha spiegato la genesi del suo progetto, aggiungendo poi alcuni dettagli su quello che sarebbe stato il suo finale: “Alla fine c’è una grande battaglia su Coruscant contro i cloni dell’impero. Ho anche cercato di fornire motivazioni valide per il personaggio che hanno forzatamente fatto innamorare a John Boyega. Le ho dato qualcosa che lo giustificasse. Alla fine del film, Luke sta morendo sotto un albero, e Rey si avvicina a lui. Le ultime parole di Luke sono ‘Zia Beru’, il che porta il tutto alla fine del ciclo.” Sul finire dell’intervista, poi, Foster ha voluto precisare alcune cose riguardo gli altri due film della trilogia sequel, Episodio VII ed Episodio IX: “Episodio VII mi è piaciuto davvero tanto. Credo che imposti diverse cose interessanti che non sono state poi affrontate in Episodio VIII. Ho odiato Episodio VIII, e penso che Episodio IX sia ok. Non eccezionale, ma ok“.

Sebbene Alan Dean Foster sia uno scrittore di notevole fama,  prolifico soprattutto nel campo delle cosiddette “novelization“, ovvero l’adattamento in forma cartacea di storie raccontate in altri medium, e sebbene difendiamo la totale legittimità del suo pensiero, è comunque opportuno ricordare che nonostante siano molti i fan a odiare, come appunto Foster, Gli Ultimi Jedi, sono altrettanti quelli che ne sono letteralmente innamorati. È innegabile infatti che nel suo film Johnson sia riuscito a introdurre parecchie nuove idee riuscendo al contempo a restare fedele a quanto già avvenuto nei precedenti capitoli, ponendosi in totale contrapposizione a Il Risveglio della Forza L’Ascesa degli Skywalker, che sono stati comunque criticati per essersi affidati eccessivamente alla nostalgia e per aver semplicemente riproposto i temi canonici della spade opera.

In tutto questo, purtroppo, non sapremo mai se l’Episodio IX ideato da Alan Dean Foster sarebbe stato effettivamente in grado di incontrare i gusti e le aspettative dei fan e di ottenerne il consenso; solo il tempo, ormai, saprà dirci se Gli Ultimi Jedi e la trilogia sequel in generale riusciranno a fare breccia nei cuori degli appassionati e a restare pietre miliari nelle decadi a venire.