Zawe Ashton e’ il nuovo villain in Captain Marvel 2 I Marvel Studios annunciano l'entrata di Zawe Ashton nel cast di Captain Marvel 2. L'attrice interpreterà uno sconosciuto antagonista

407 0

L’attrice Zawe Ashton e’ stata ufficialmente ingaggiata dai Marvel Studios per interpretare un personaggio dall’identità sconosciuta, ma sicuramente corrispondente a quella di un villain. Carol Danvers, interpretata da Brie Larson, ha invece fatto il suo debutto nel film del 2019 Captain Marvel dopo una breve apparizione nella scena post-credits di Avengers: Infinity War.

Sebbene il film originale risalga agli anni ’90, Captain Marvel si e’ unita al moderno MCU con Avengers: Endgame. Dopo essersi dimostrata una degli Avengers più forti e aver cambiato acconciatura, in Endgame, l’eroina rappresenta uno dei personaggi di punta del franchise multimiliardario. L’annuncio di un film da protagonista era stato annunciato al SDCC del 2019.

Tra le star che si uniscono a Larson in Captain Marvel 2 figura Teyonah Parris nei panni della versione anziana di Monica Rambeau, – personaggio introdotto nel primo film – la quale al momento compare in WandaVision (primo show dei Marvel Studios per Disney+). Oltre a Parris, nel cast del sequel di Captain Marvel ci sara’ anche Iman Vellani, nel film Kamala Khan. E’ notizia freschissima quella dell’aggiunta di un nemico.

Secondo infatti quanto riportato da Deadline, Zawe Ashton interpreterà il ruolo del villain sconosciuto che animera’ il sequel dell’MCU. La rivista aggiunge che il personaggio potrebbe essere affiancata da altri cattivi nel film. Al momento, l’attrice compare affianco a Jake Gyllenhaal nel film per Netflix Velvet Buzzsaw.

Come anticipato, l’entità del villain e’ ancora sconosciuta, ma si sono gia’ create molteplici ipotesi al riguardo. Secondo Deadline ci saranno diversi nemici nella stessa timeline.

Il film sarà diretto da Nia DaCosta (Candyman) a partire da uno script di Megan McDonnel (WandaVision): insomma, uno staff a maggioranza femminile come auspicato da molti fan e promesso dallo stesso Kevin Feige, il quale ha mostrato il suo impegno al fine di costruire un ambiente inclusivo e diversificato non solo nel backstage, ma anche davanti alle telecamere.