Zack Snyder ha già in mente il sequel di Army of the Dead Il regista, famoso per aver diretto film come 300 e Watchmen, ha rivelato di avere già pronta un'idea per un possibile sequel, definendola "piuttosto pazza"

541 0

Zack Snyder sa già cosa accadrà nel sequel di Army of the Dead.

A seguito della sua uscita dal DC Extendet Universe, Snyder ha siglato un accordo con Netflix per il suo successivo progetto con la promessa di una totale libertà creativa, che ha portato alla scelta di ritornare ad affrontare il tema dei morti viventi anni dopo il suo debutto con L’Alba dei Morti ViventiArmy of the Dead, il suo nuovo film in uscita il 21 maggio (qui il link al trailer), è infatti ambientato nel pieno di un’apocalisse zombie, e racconta del tentativo di un gruppo di mercenari di organizzare un colpo milionario in una Las Vegas invasa da un’orda di cannibali.

Già dal trailer è possibile individuare lo stile visivo che ha reso celebre Snyder, oltre alla sua particolare idea di zombie che rende i suoi film diversi da tutti gli altri appartenenti al filone. Gli zombie di Zack Snyder, infatti, non solo sono in grado di correre, ma sono anche intelligenti e includono tra i loro ranghi niente meno che una tigre! C’è molta attesa intorno al film e al futuro di questo nuovo universo che Snyder ha creato, e proprio in merito alle direzioni che potrebbe prendere con degli eventuali sequel, risultano particolarmente interessanti le sue ultime dichiarazioni. Durante un’intervista con Screen Rant per l’imminente uscita del film, Snyder ha infatti rivelato che sa già che storia vorrebbe raccontare in un’eventuale sequel, definendo la sua idea “piuttosto pazza“.

Ecco di seguito un estratto: “Se dovesse esserci un’opportunità per un sequel, Shay [Hatten, sceneggiatore del film] e io sappiamo esattamente cosa accadrà. Abbiamo già fatto un lungo e duro lavoro sulla direzione che il sequel prenderebbe, ed è piuttosto pazza. Per ora sto lavorando su un prequel animato che racconta da dove arrivano gli zombie, in cui esploreremo tematiche come l’Area 51 e via dicendo. E quello che è davvero figo è che si tratta di animazione per adulti, vietata ai minori.”

Zack Snyder, quindi, sembra avere le idee piuttosto chiare. Per i suoi fan questa di certo non suona come una totale sorpresa. Snyder infatti ha già dimostrato, nel corso della sua carriera, di essere particolarmente abile non solo nel creare mondi possibili con i suoi film, ma soprattutto di essere sempre pronto a sviluppare nuove storie ambientate in essi. Dopotutto, Snyder aveva già in mente un totale di 5 film per il DC Extended Universe! Ora che il progetto è però definitivamente naufragato dopo l’uscita dell’attesa Snyder Cut, sembra che il regista abbia virato il 100% della sua attenzione e della sua creatività verso il suo nuovo mondo originale che esploreremo a breve in Army of the Dead, nella speranza di vederlo espanso in futuro.

Il prequel animato è già stato annunciato e dovrebbe essere distribuito, sempre da Netflix, nel 2022, e le possibilità di vedere nuovi capitoli sembrano essere abbastanza concrete. Non dobbiamo dimenticare che mentre Jay Oliva, storico collaboratore di Snyder, lavorava alla serie prequel come showrunner, l’attore Matthias Schweighöfer ha diretto e recitato in un secondo prequel, questo in live-action, che si concentra esclusivamente sul suo personaggio. Netflix sembra quindi disposta a investire parecchio nel nuovo universo di Army of the Dead, e qualora il film e i suoi prequel dovessero rivelarsi un successo, l’ipotesi di un sequel diventerebbe davvero una possibilità concreta.