Marvin J. Chomsky

È morto Marvin J. Chomsky, regista di Star Trek Il regista della miniserie del 1977 "Roots" aveva vinto quattro Emmy

346 0

Marvin J. Chomsky, il regista vincitore di quattro Emmy, è morto nel sonno il 28 marzo, aveva 92 anni. Suo figlio, il produttore Peter Chomsky, ha dato la notizia. Ha curato la regia della serie originale Star Trek, della miniserie del ’77 Roots e delle serie Holocaust con Meryl Streep e Hawaii Five-O. Nato il 23 maggio 1929 a New York, Chomsky ha iniziato la propria carriera come art director, prima di dirigere alcuni episodi di dramma medico The Nurses. Ha continuato a dirigere più episodi di Maya e The Wild Wild West. Poi si è occupato della regia di tre episodi della serie originale Star Trek. Sono And the Children Shall Lead, Days of the Dove e All Our Yesterdays. Marvin J. Chomsky ha continuato a dirigere i drammi televisivi negli anni ’70, tra cui episodi di Gunsmoke, Hawaii Five-O, Mannix, Police Story, Mission: Impossible! e The Name of the Game, insieme a diversi telefilm.

Marvin J. Chomsky ha lasciato i figli Peter, David ed Eric, la nuora Genelle e la nipote Liliana

Marvin J. Chomsky ha, inoltre diretto alcuni film per la tv. Tipo, Attica, Evita Peron, Inside the Third Reich, I Was a Mail Order Bride, Tank and My Body, My Child. Poi, è tornato a dirigere altre miniserie. ComePeter the Great, The Deliberate Stranger, Anastasia, Billionaire Boys Club, Brotherhood of the Rose Strauss Dynasty. Joseph M. Wilcots, il direttore della fotografia della serie Roots, in un’intervista del 2077, ha parlato di Marvin J. Chomsky. “Marvin Chomsky era un regista brillante che pensava sempre molto chiaramente alle sue inquadrature. La sua direzione, per me, era sempre precisa e chiara. ” Il suo ultimo lavoro da regia è stato per il film televisivo Catherine the Great del 1995, con Catherine Zeta-Jones. Insieme a Peter Chomsky, Marvin J. Chomsky ha prodotto le serie Fargo, Mozart in the Jungle e Dead to Me.

Riassunto

fonte Deadline

Renata Candioto

Diplomata in sceneggiatura alla Roma Film Academy (ex Nuct) di Cinecittà a Roma, amo il cinema e il teatro. Mi piace definirmi scrittrice, forse perché adoro la letteratura e scrivo da quando sono ragazzina. Sono curiosa del mondo che mi circonda e mi lascio guidare dalle mie emozioni. La mia filosofia è "La vita è uguale a una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita".