The Cuphead Show!: La recensione dello show Netflix

0 0

The Cuphead Show! è finalmente sbarcato nel catalogo di Netflix
per chi non avesse idea di cosa stiamo parlando, si tratta dell’adattamento animato di un videogioco uscito nel 2017 che è riuscito ad entrare nel cuore ( e nelle bestemmie ) di numerosi videogiocatori di ogni parte del globo, con le sue vibes tremendamente anni 30

The Cuphead Show!  segue le comiche disavventure dell’impulsivo combinaguai Cuphead e di suo fratello Mugman, più cauto ma facilmente influenzabile. Alla ricerca di avventura e divertimento, i due abitanti della surreale Isola Calamaio finiscono sempre nei pasticci, ma sono pronti ad aiutarsi in ogni situazione… tranne quando la posta in gioco è l’ultimo biscotto rimasto!

La prima stagione della serie è composta da 12 episodi dalla durata di circa 15 minuti ciascuna, dove i due affronteranno le più svariate disavventure tra creature di ogni tipo, molte delle quali saranno sicuramente note a chi ha affrontato quell’inferno videoludico.

Satanasso e i suoi tentativi di appropriarsi dell’anima di Cuphead sono il fil rouge di una serie molto verticale nella sua narrazione, che si concluderà con una stagione 2 già annunciata e quindi un finale aperto.

Ma vista la durata estremamente breve si tratta di episodi che scorrono rapidissimi, senza avere il tempo o la necessità di lavorare abbondantemente sulla narrazione (cosa che appesantirebbe troppo lo sviluppo), bastano poche pennellate per dare il minimo di caratterizzazione a ogni personaggio, mantenendo la leggerezza e l’ironia intatti

Ovviamente la peculiarità di tutto il progetto risiede nella sua estetica, che riprende il gusto vintage dell’animazione made in USA degli anni’30 (come già aveva fatto il videogame) una scelta che si rispecchia anche nel contenuto degli episodi, che proprio come quelli da cui prende spunto è adatto a quasi tutti i palati. Scelta che da una parte permette di accontentare una quantità più amplia di spettatori, ma dall’altra toglie un po’ della “cattiveria” che aveva fatto parte del successo videoludico di questi personaggi.

The Cuphead Show!  è una serie ben fatta, ma non perfetta sotto alcuni punti di vista. La scelta di Netflix di rendere il tutto molto più family friendly porta dei vantaggi, ma allo stesso tempo toglie punti per altri aspetti. Nel complesso l’equilibrio funziona, ma forse avremmo preferito un taglio un po’ più adulto.

Marcello Portolan

Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD

Lascia un commento