Il nuovo horror Blumhouse pronto a seguirvi ovunque: L’UOMO INVISIBILE, dal 22 luglio in Home video

Posted by - 8 luglio 2020

L’Uomo invisibile, un intenso e moderno thriller psicologico, sarà disponibile nelle edizioni home video nei formati Dvd, Blu-ray, 4k Ultra HD a partire dal 22 luglio con Universal Pictures Home Entertainment Italia. Prodotto dall’iconico Jason Blum (Halloween, Split, Scappa – Get Out, Noi) e diretto da Leigh Whannell (Saw, Insidious, Upgrade), questo thriller psicologico rende attuale questo

L’uomo invisibile e Bloodshot arrivano su CHILI

Posted by - 31 marzo 2020

Dopo Emma, continuano ad arrivare direttamente in streaming sulla piattaforma CHILI alcuni film che erano previsti in uscita al cinema in queste settimane. Da oggi sono infatti disponibili in digitale sulla piattaforma on demand altri tre titoli molto attesi: L’uomo invisibile con Elisabeth Moss alle prese con una rivisitazione moderna del classico di H.G. Wells; Bloodshot, action adrenalinico con

Il remake de L’Uomo Invisibile segna la fine del Dark Universe? il mostruoso universo narrativo di Universal Pictures sembrerebbe giunto al capolinea

Posted by - 31 gennaio 2019

La casa di produzione Universal Pictures avrebbe ingaggiato Leigh Whannell (Insidious 3, Upgrade) per dirigere il remake de L’Uomo Invisibile, con la collaborazione della Blumhouse Productions di Jason Blum che produrrà il film. Una notizia che segna quindi la fine dell’ambiziosissimo progetto della casa di produzione, il Dark Universe, che avrebbe costruito un universo narrativo attorno

dark universe

Non c’è pace per il Dark Universe : L’uomo Invisibile perde il suo sceneggiatore Il progetto d'universo nato con La Mummia continua ad arrancare nonostante l'alto numero di star coinvolte

Posted by - 24 gennaio 2018

Non c’è pace per il Dark Universe, il mondo che la Universal ha inaugurato  con La Mummia sembra avere davanti a se un percorso veramente tortuoso, visto che anche L’uomo Invisibile, film che sembrava procedere spedito, ora subirà uno stop dovuto all’abbandono dello sceneggiatore Ed Solomon, il quale ha dichiarato: “In fin dei conti, penso che