One Second Champion: Boxe e Fantasy sul ring del Far East Festival 2021

57 0

Torniamo al Far East Festival 2021 e questa volta ci spostiamo a Hong Kong per One Second Champion.

Appena nato Chow Tin-yan è rimasto morto per un secondo prima di riprendersi, questa strana circostanza gli ha regalato un potere particolare, quello di poter sbirciare un secondo nel futuro. Un talento che lo ha reso un ragazzo prodigio, un fenomeno da media, che però ora è diventato adulto.
Chow ora è un cameriere svogliato in balia dei debiti di gioco accumulati e alla ricerca dei fondi necessari per aiutare suo figlio non udente, la sua storia si incrocia però con quella di Yip Chi-shun, il quale è alla ricerca di qualcuno che lo aiuti a migliorare l’immagine della sua palestra di Boxe e la sua abilità sul ring. Yip a differenza di Chow vede del potenziale nell’utilizzo della dote di vedere un secondo nel futuro ed è disposto a pagarlo per diventare su partner negli allenamenti. L’ex ragazzo prodigio inizierà cosi il suo percorso nel mondo della Boxe, scoprendo di avere un vero e proprio talento che attirerà le attenzioni di uno spietato combattente come Joe.

Il canovaccio di One Second Champion è quello classico dell’ultimo arrivato, particolarmente dotato però senza voglia, che scopre il valore del sacrificio e dell’allenamento e arriva a competere al top.

Nulla di nuovo all’orizzonte, ma il risultato finale del titolo diretto da Chiu Sin-hang è estremamente divertente e di intrattenimento, con scene ben coreografate e pensate nella parte dedicata al pugilato e una componente di dramma familiare equilibrata, in modo da non appesantire mai la pellicola.

Il film made in Hong Kong si muove leggero sul ring e sullo schermo, aspetta il momento giusto e trova spazio per far capire allo spettatore l’importanza che può avere anche un singolo secondo, quello che inizialmente il protagonista considerava troppo poco per essere utile.

Se vi piacciono i film sulla Boxe questo è una simpatica variazione sul tema

Questa recensione è stata realizzata in collaborazione con k-ble jungle

 

Marcello Portolan

Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD