Ultraman

Ultraman: ecco la storia sui suoi diritti internazionali (part 2) Avviso di giudizio vincente per Tsubaraya, che secondo la legge statunitense sarebbero suoi i diritti di "Ultraman" e non della UM Corporation.

6465 0

La Factory TV / Twitch, in collaborazione con la Tsuburaya Productions, il cui direttore commerciale, Ryota Takahashi, ha organizzato una conferenza stampa il 24 aprile, in cui la società con sede a Tokyo ha annunciato il verdetto finale del recente scontro legale per la disputa in corso per le licenze in franchising “Ultraman”, che era stata resa da un tribunale federale della California che dichiarava come nulla fatto il presunto contratto detenuto da un imprenditore thailandese.
Tsuburaya Productions ha pubblicato sommariamente un comunicato stampa in inglese sul proprio sito Web.

Ecco la seconda parte del comunicato:

3. Giudizio U.S.
Nella causa negli Stati Uniti, enormi quantità di documenti, materiali e comunicazioni che entrambe le parti avevano in loro possesso sono state divulgate e analizzate per un lungo periodo di tempo attraverso una procedura chiamata “scoperta”, che non era disponibile alle parti in nessuna delle altre cause legali.

Di conseguenza, sono stati rivelati nuovi fatti e prove, che non erano diventati evidenti nelle cause legali in ciascuno degli altri paesi. Inoltre, deposizioni (testimonianze condotte sotto giuramento prima del processo) e numerosi testimoni di entrambe le parti e di testimoni esperti di analisi della grafia sono stati ascoltati.

Inoltre, il signor Sompote, che è il presunto destinatario e l’unico presunto testimone vivente della creazione del documento, ha rifiutato di accettare il servizio del reclamo per la causa statunitense senza motivo, e si è rifiutato di comparire in tribunale come testimone .

Nel novembre 2017, un processo è stato tenuto davanti a una giuria di 8 membri della comunità. Il 20 novembre 2017, la giuria ha emesso un verdetto unanime a favore di TPC sulla sua affermazione secondo cui il Documento non era un contratto autentico o valido che era stato firmato e sigillato da Noboru Tsuburaya.

Dopo che la giuria ha raggiunto il suo verdetto, la UMC ha presentato istanze per cercare di rovesciare il verdetto sulla base del fatto che era stato raggiunto per errore e non era supportato da prove. Il 28 marzo 2018, il tribunale distrettuale ha respinto le mozioni di UMC e ha mantenuto il verdetto della giuria.

Il 18 aprile 2018, la corte distrettuale ha emesso un giudizio finale che, coerentemente con il verdetto della giuria, afferma che il Documento non è un accordo autentico firmato e sigillato da Noboru Tsuburaya e che il Documento non è valido e che proibisce l’UMC e i suoi licenziatari dall’usare “Ultraman”.

Crediamo che questa vittoria nella causa statunitense consolidi gli sforzi decennali di TPC per risolvere completamente e definitivamente questa disputa e confermare i suoi diritti mondiali in “Ultraman”.

4. Commenti TPC
La suddetta sentenza riconosce la domanda della TPC nella sua interezza.

Questo completo giudizio vincente è stato reso dopo numerose testimonianze di testimoni e pareri analitici di esperti di analisi della grafia, oltre alle dettagliate procedure di divulgazione delle evidenze che sono durate un lungo periodo di tempo e hanno richiesto enormi sforzi. Crediamo che la credibilità di tale giudizio sia estremamente forte. Sulla base di questo giudizio, TPC intende procedere attivamente con l’ulteriore espansione all’estero dei lavori “Ultraman”.

Siamo grati per i continui supporti di tutti i nostri clienti, stakeholder e fan della serie “Ultraman”.

FONTE:
augustragone.blogspot.it
ukiyaseed.weebly.com

Alan Rossi

Alan Rossi

Esperto di anime, è l'enciclopedia vivente di vecchi anime e di Tokusatsu!