Dos: La recensione del film

1125 0

Da qualche giorno ha fatto la sua comparsa nel catalogo di Netflix il film horror made in Spagna intitolato Dos, pellicola thriller\ horror.

David e Sara si svegliano nello stesso letto nudi, ignari di come siano finiti in quella stanza, ma soprattutto cuciti insieme per l’addome. I due apparentemente non si conoscono e dovranno quindi trovare un modo per capire chi ha voluto cucirli in quella maniera e perchè proprio loro.

Una trama semplice (lasciamo stare ogni riferimento a The human centipede please) e con un buon potenziale, che cerca di venire a patti con il budget ridotto sfruttando la presenza di pochissimi attori e praticamente una sola location. Dal punto di vista della trama l’equilibrio tra dramma e horror pende nettamente in favore del primo, una scelta in parte dovuta alla mancanza di fondi, ma soprattutto dall’intenzione di approfondire maggiormente le tematiche legate al rapporto che si creerà tra questi due sconosciuti.
Un legame fisico decisamente forzato che però non sembra mai trovare il giusto punto di tensione nonostante ci provi con tutte le sue forze, spezzato anche da diversi tentativi di rendere più avvincente e profonda la trama con teorie di numerologia legate per l’appunto al numero 2.

Un peccato perchè come detto in precedenza Dos partiva da un discreto materiale di base su cui costruire e anche al suo interno qualche spunto interessante si può intravedere. Il problema è nell’assemblaggio, nella cucitura di questi pezzi insieme, dove evidentemente qualcosa si è perso o non ne è uscito valorizzato come avrebbe dovuto mantenendo quindi una buona e interessante dose di minimalismo, ma non l’efficacia, finendo per diventare l’ennesimo titolo nel profondissimo cestone delle possibilità di Netflix 

 

Marcello Portolan

Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD