Ridateci Cose Da Hobbit

892 0

Parliamo di una fanpage di Facebook chiamata Cose Da Hobbit.
Anche se purtroppo ad oggi dovremmo dire ERA chiamata Cose Da Hobbit.
Ma la speranza è che lo sia di nuovo, molto presto.

E’ una notizia giunta quasi in sordida alle orecchie (e alla vista) dei redattori questa ma è importante diffonderla su tutti i canali possibili perché non rappresenta solo un concetto di libertà ma un sacrosanto diritto di ogni singola persona che ha voluto legarsi al social network di Facebook: una garanzia che i propri contenuti, originali e non, siano preservati da questa condotta delittuosa.

Ma andiamo con ordine, sperando di fare cosa gradita ad Alex, fondatore della pagina di cui sopra.
Conosciuto anche come Sam, questo giovane utente (cosplayer tra l’altro dei personaggi della saga immortale di J.R.R. Tolkien) ha come tutti noi riversato la sua passione ed il suo impegno nella creazione e nel mantenimento di una pagina dedicata alla trilogia e non solo a quella, dedicata al viaggio dell’Unico Anello lungo tutta la Terra Di Mezzo.
Una pagina come ne esistono a decine se non migliaia in giro per il mondo, ognuna libera di poter postare, condividere e scambiare pensieri e situazioni derivanti dall’opera fantasy per eccellenza.
Ma la situazione dopo un anno e mezzo circa è stata stravolta quando l’admin scopre con disappunto (e non solo) che la pagina ha subito una violazione e che l’utente che ora la gestisce lo ha estraniato dalla gestione, iniziando una lenta ed ancora non verificata, manovra per smantellare la pagina che allo stato dei fatti, contava svariate persone.
Merito soprattutto della diffusione culturale ad opera di Alex-Sam che non ha semplicemente creato un canale dove condividere immagini divertenti o commoventi della trilogia ma anche veri e propri spunti di discussione tali che diverse fanpage collaterali hanno seguito ed apprezzato il suo lavoro, affiancandolo virtualmente in questa meravigliosa (e stressante, contando lo sforzo di essere costanti nella pubblicazione di materiale) corsa.

Una corsa che sembra essersi bruscamente arrestata per mano di un ignoto utente dello stesso social network che con chissà quale intenzioni, ripeto, non verificate ancora, sta lentamente portando Cose Da Hobbit ad essere una pagina come molte altre. Senza lodi e senza carattere.
Non mi sento il dovere di difendere Alex-Sam in particolare perché come lui, tante persone sul social network più famoso e diffuso del mondo, subiscono spesso queste angherie finendo ghettizzate e “bullizzate” da persone senza volto che fanno tutto senza troppi complimenti, senza mai valutare il peso delle loro azioni. Come i bulli e le persone che fanno prepotenza nel mondo reale.

Diverse le pagine scese in campo a difesa della pagina tra le quali citiamo Tolkien Italia e la webradio dedicata al mondo del Signore Degli Anelli (Radio Brea).
Ancor di più sono le singole persone che si sono dimostrate solidali segnalando (inutilmente ad oggi, anche se la pagina è stata apparentemente sospesa) le attività del nuovo, illecito, proprietario.

12592461_1115581341819372_1920518049354739812_n

Forse questo discorso risulterà essere molto estraneo alle tematiche nerd di questo portale e forse molti storceranno il naso alla campagna di solidarietà messa in piedi per una pagina ma mai innalzata per altre.
Questo articolo vuole essere un messaggio di solidarietà a chi da un giorno all’altro decide di iniziare un piccolo cammino mediatico, creando una pagina dove persone civili mature e con interessi in comune possano dialogare e scambiare opinioni.
A queste persone che spesso subiscono tracolli e si trovano dinanzi ostacoli o persone mal disposte sul loro cammino questo è il messaggio che Project Nerd vuole lasciare: non perdete di vista il vostro obiettivo e non lasciate che queste situazioni, per quanto possano risultare banali rispetto a problemi ben più drammatici della vita, influenzino il pensiero con il quale voi avete creato il vostro piccolo cammino mediatico.
A quelli che invece trafugano, rubano e perdono tempo nel portare via ad altri un qualcosa non dico nulla. Tanto non capirebbero metà delle parole che scrivo.

#RidateciCoseDaHobbit

The_Leunam

The_Leunam

Infermiere di giorno (e di notte, e nelle feste, e nei weekend) e giustiziere blogger di notte. Si diletta nella scrittura di libri e fumetti con spruzzate di sceneggiatura.