Cuphead: Tazzine anni ’30

1268 0

Quando l’anno scorso durante l’E3 è stato presentato Cuphead, gli specialisti del settore presenti nel pubblico hanno reagito con un timido (e leggermente in ritardo) applauso.
Timidezza più che comprensibile data la scelta stilistica alquanto insolita e del misconosciuto nome di Studio Moldenhauer, la software house responsabile del progetto.
A scanso di prime incertezze, il team di sviluppo ha saputo dimostrare di sapere molto bene cosa stesse facendo, dimostrando la sua incredibile vena artistica con le ben 15.000 tavole che compongono le animazioni di Cuphead.
(se i video non dovessero partire normalmente, metterli a schermo intero sembra risolvere il problema 😉 )

 

 

 

 

Secondo quanto rivelato da coloro che hanno potuto provare in anteprima la produzione di Moldenhauer, la difficoltà del gioco sembra essere molto pronunciata, simile a quella proposta dai primi Super Mario (quindi non sarà una passeggiata).
Dai Trailer usciti fin’ora il titolo non sembra avere un genere proprio d’appartenenza e etichettarlo come Platform sarebbe riduttivo: le sezioni in stile “Topdown RPG” e le fasi da “Bullet Hell” lo rendono qualcosa di estremamente unico e raro, o almeno questo è quanto emerge dai trailer pubblicati.

Personalmente sono in fermento e non vedo l’ora di poterci mettere le mani sopra: l’originalità del titolo mi attira fin troppo.

@immagine in evidenza trovata su Reddit

There are 1 comments

Comments are closed.