Britannia #2 – Morituri te Salutant – La recensione Sangue, Arena..e un'ondata di follia che sconvolge Roma!

6845 0

Cinquantamila romani ammirano, con il fiato sospeso, Achillia, il più forte gladiatore mai esistito, combattere contro cinque tra i più importanti campioni dell’Impero. È così da tradizione, quando una donna mette piede nell’arena. Quando tutto giunge alla fine, Achillia viene acclamata vincitrice: un primo assaggio di indipendenza inizia a farsi strada nella mente delle donne di Roma. Intanto, viene avvistato un Apollo insanguinato vagare per la città, una visione che fa impazzire i malcapitati. Rubria è considerata colpevole, e deve chiedere aiuto ad Antonio Axia, unico detective di Roma. L’indizio a sua disposizione è uno solo, e porta ad Achillia.

Nel primo volume della serie, vi lascio qui la recensione, avevamo visto Antonio Axia sconfiggere un terrificante essere nella selvaggia Britannia tornando vittorioso a Roma nella speranza di vivere tranquillo. Sarà davvero così? Assolutamente no, una terribile maledizione sembra aver colpito la città e continua a mietere vittime su vittime.

Peter Milligan riesce per la seconda volta a creare una storia coinvolgente e che non annoia, riesce a tenermi incollato pagina dopo pagina incuriosendomi sempre di più. Ho divorato l’intero volume senza neanche accorgermene perchè lo sviluppo della storia è frenetico ma mai confusionario, non vengono assolutamente risparmiate scene ricche di azione e ho davvero amato la parte ambientata all’interno del Colosseo durante i giochi.

Lo stile narrativo di Milligan è perfetto per questa tipologia di storia in cui l’elemento sovrannaturale-fantasy, la violenza e l’azione si mescolano alla perfezione creando una storia a dir poco unica. In questo secondo volume si intrecciano due storie diverse ma molto legate, viene presentato il personaggio di Achillia una schiava condannata a morte che però diviene uno dei più forti gladiatori mai visti e in 5 anni macina vittorie su vittorie trucidando ogni singolo gladiatore si frapponga fra lei e la libertà.

Una donna così forte sia fisicamente che caratterialmente nell’antica Roma è scomoda e per questo sia i nobili sia Crasso che al tempo la condannò a morte la voglio eliminare.  Questa seconda storia inizialmente lontana dalla trama principale del volume s’intreccia sempre di più con l’indagine di Axia che inizierà ad indagare sul passato di Achillia e suoi possibili collegamenti con la maledizione che ha colpito Roma.

Ho apprezzato tantissimo i due extra proposti ad inizio e fine storia che presentano due figure importanti, la prima è ovviamente quella del gladiatore e vengono spiegati diversi aneddoti legati ai loro giochi, allenamenti e viene spiegato che la frase “Morituri te Salutant” era usata dai gladiatori prima dell’inizio dei giochi nei confronti dell’imperatore. Il secondo focus proposto si concentra sulla figura della donna a Roma spiegandone il ruolo e la “differenza” rispetto all’uomo romano. I due extra sono fondamentali perchè permettono di capire pienamente la figura di Achillia, la sua importanza nella storia e soprattutto il perchè sia una personaggio scomodo.

Il volume è disponibile dal 18 aprile e vi consiglio caldamente di recuperare ora questa serie visto che sono usciti solamente due numeri, è una storia coinvolgente, misteriosa e carica di adrenalina.

Andrea Patruno

Andrea Patruno

Nerd certificato dal 1991, ha imparato a leggere con Topolino e romanzi storici. Tutt'ora divora libri, fumetti, film e serie TV. Laureato in comunicazione e marketing, con specialistica successiva in comunicazione, con una tesi dal titolo "Nuovi media e comics nella multicanalitá: la modernità semantica emergente del fumetto".