Mino

MINO al centro di una controversia su Instagram Song Mino, rapper del gruppo sudcoreano WINNER, si trova al centro di una controversia riguardante un account da lui seguito su Instagram.

5840 0

Si sa, non c’è mai pace per gli idol coreani, ed in questo caso al centro della bufera c’è Mino.
È infatti di ieri  (9 luglio) un articolo, pubblicato da Dispatch, in cui si accusa il rapper dei WINNER di supportare un controverso account di Instagram.
Il cantante avrebbe cominciato a seguire il profilo chiamato “prettypuke” già nel 2015, poiché Miller Rodriguez aveva già in precedenza collaborato con la stessa YG.
Mino

Il fotografo in questione era stato in passato incriminato di pornografia e pedofilia a causa di alcuni contenuti sensibili da lui postati.
Secondo l’organo di stampa, il sito ufficiale di prettypuke sarebbe addirittura stato bloccato in Corea del sud per questo.
Per accedervi, sempre secondo quanto riportato, Mino avrebbe dovuto far ricorso ad un VPN per mascherare la sua posizione.
Un’insinuazione smentita da alcuni netizen coreani, che hanno provato l’accesso al sito come libero a chiunque.
Mino

I fan sono dunque subito corsi in difesa del giovane, asserendo come il fotografo abbia collaborato anche con altri famosi cantanti.
Tra i tanti spiccano nomi come quelli di Wiz Khalifa, Sia, Big Sean e Lil Peep.
Certo, i contenuti dell’account sono universalmente considerabili come NSFW (o “not safe for work“), e Mino avrebbe potuto smettere prima di seguirlo.
Non è chiaro però il perché Dispatch abbia scelto di parlare dell’argomento solo ora, ma ormai il “danno” è stato fatto.

https://twitter.com/TaboraTae/status/1016194051996045312?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1016194821420175365&ref_url=https%3A%2F%2Fwww.koreaboo.com%2Fnews%2Fdispatch-accused-starting-witch-hunt-winners-song-mino%2F

(uno dei tanti tweet a difesa del cantante)

Il nome di Mino è infatti finito in trending come hashtag, e le discussioni intavolate sull’argomento spuntano come funghi.
La situazione si è fatta talmente tesa e grave che il ragazzo ha in seguito deciso di rimuovere il follow a tutti gli account da lui seguiti su Instagram.
Tra questi vi erano anche quelli dei suoi compagni nei WINNER, dello stesso CEO ed anche degli altri artisti di casa YG Entertainment.
Una misura drastica, che però non ha ancora sortito l’effetto sperato.
La sua agenzia non ha ancora espresso un suo parere né ha fatto luce ufficialmente sulla spinosa questione.
Mino
Speriamo si risolva tutto per il meglio al più presto.

(fonti: 1, 2)

Eleonora Mei

Appassionata lettrice e divoratrice di pressoché qualsiasi genere videoludico, gira l'Europa lavorando alle convention del fumetto. Sopravvive bevendo Bubble Tea, venerando Park Choa e sognando un giorno di poter mettere su un allevamento di Shiba Inu tutto suo. Non toglietele Aliexpress, è un avvertimento.