Non è romantico? : La recensione Disponibile su Netflix dal 28 febbraio il nuovo film romantico con Rebel Wilson e Liam Hemsworth

4693 0

Non è romantico? (Isn’t It Romantic) è la nuova commedia romantica diretta da Todd Strauss-Schulson (The Final Girls) e distribuita in Italia su Netflix a partire dal 28 febbraio ( mentre in alcuni paesi e stato addirittura distribuito in sala). Protagonisti del film gli attori Rebel Wilson (Pitch Perfect), Liam Hemsworth (Hunger Games), Adam Devine (Game Over, Man!) e Priyanka Chopra (Quantico).

La trama vede per protagonista Natalie, un’architetto di New York cresciuta con una forte disillusione nei confronti dell’amore e dei suoi derivati- come per l’appunto le commedie romantiche – e caratterizzata da una profonda insicurezza che si ripercuote sul suo lavoro e sulla sua vita sentimentale.

Durante una rapina finita male sbatte la testa e si risveglia in un mondo che sembra uscito dalle tanto odiate commedie rosa e dovrà trovare il suo nuovo equilibrio in questo strano mondo alternativo.

Il regista replica nuovamente lo schema metacinematografico visto in The Final Girls, la sua opera precedente, sostituendo la chiave horror del primo film con il genere romantico usato come bersaglio per frecciatine e citazione. Un turbinio di citazioni e omaggi più o meno velati a tutte le pellicole classiche di quel genere che ha raggiunto il suo massimo splendore negli anni’90.

Come da copione Non è romantico? gioca con gli stilemi classici di questo genere, e quando può sceglie di metterli mette in scena in maniera irriverente come nel caso delle scene di nudo ( vietate dal PG-13) o la corsa a rallentatore. Stesso discorso per i temi e i personaggi che accompagnano la sceneggiatura, che svariano dall’amico omosessuale al bello e irraggiungibile che si rivela molto diverso, l’equilibrio fra “gioco” e parodia è quello che rende la pellicola realmente interessante, anche solo per sfidarsi a trovare tutti i riferimenti (fra i vari  alcuni a Notting Hill e Pretty Woman).

Nel suo insieme il film riesce nell’intendo principale, quello di intrattenere lo spettatore per tutta la sua durata senza mai cadere nella noia, ma senza però nemmeno esaltarsi più di tanto, mostrandosi un po’ confuso nel suo turbinio di citazioni senza mai costruire un racconto vero e proprio.

Non è romantico? è un ottima raccolta di riferimenti con una struttura semplice, ottimo per passare una serata rilassante e, magari, farvi venire voglia di recuperare alcuni classici delle commedie romantiche, ora tanto bistrattate dal cinema e che forse proprio in servizi come Netflix potrebbero ora trovare terreno fertile e nuovi spettatori.

Per tutte le notizie sul mondo di Netflix seguite punto Netflix su Facebook
bannerpni

Marcello Portolan

Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD