festival di cannes projectnerd.it

Cannes 2020: non sarà un festival virtuale

368 0

Dopo il Festival di Venezia, anche l’organizzazione di Cannes ha voluto chiarire la sua posizione sullo svolgimento del noto evento cinematografico francese. Cannes 2020 infatti non sarà trasformato in un evento “virtuale” qualora non ci fossero i presupposti per uno svolgimento fisico, parola del direttore Thierry Fremaux  che ha così spiegato:

“Per la sua anima, la sua storia, la sua efficienza, si tratta di un modello che non potrebbe funzionare. Che cosa sarebbe un festival digitale? Un concorso digitale? Dovremmo chiedere a chi detiene i diritti se sono d’accordo”.
“I film di Wes Anderson o Paul Verhoeven su un computer? Scoprire Top Gun 2 o Soul non in una sala? Questi film sono stati posticipati per essere mostrati sul grande schermo, perché dovrebbero mostrarli prima su un device digitale?”

Fremaux ha poi aggiunto : “I registi dei film sono animati dall’idea di mostrare i propri progetti su un grande schermo e condividerli con altri ad eventi come i festival, non dall’idea che il proprio lavoro finisca su un iPhone. Se tutti i festival fossero cancellati, dovremo pensare a un modo di mostrare i film per evitare di sprecare un anno, ma non penso che delle alternative precarie e improvvisate di Cannes o Venezia sarebbero la soluzione”.

La situazione attuale è in evoluzione continua, non è possibile affermare con certezza se alla fine l’edizione 2020 di Cannes (spostata a fine giugno – inizio luglio di quest’anno) potrà svolgersi con le modalità classiche, oppure dovranno essere pensate altre soluzioni

Non ci rimane che attendere per scoprirlo

Marcello Portolan

Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD