L’antico Egitto: quanto affascina il mondo del cinema

22 0

Il deserto, una cultura millenaria, e poi i faraoni, le antiche divinità e il maestoso Nilo. Sono questi soltanto alcuni degli elementi dell’antico Egitto che da sempre affascinano l’umanità e soprattutto scrittori e registi. Il mondo del cinema e delle serie TV, come ci racconta Filmaboutit, trova da sempre ispirazione nella terra delle piramidi, e la lista e lunga e include titoli celebri dagli anni ’30 a oggi.

Indiana Jones: un legame indissolubile con l’Egitto

Il titolo di Indiana Jones “I predatori dell’arca perduta” è in assoluto fra i film più amati della saga dell’archeologo più famoso del mondo. Non è infatti un caso che da questa pellicola sia nato un universo parallelo fatto di videogiochi, gadget, ma anche slot machine ispirate al personaggio interpretato da Harrison Ford come Book of Dead presente sul casinò online di NetBet. Forse perché si tratta del primo film della serie, forse perché è stata la pellicola con il maggiore incasso del 1981, facendo registrare ben 330,5 milioni di dollari in tutto il mondo, o forse ancora perché è stato scelto nel 1999 dalla Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti per la conservazione nel National Film Registry. Sarà per tutti questi motivi e altri ancora che il primo film della saga di Indiana Jones è l’emblema del connubio vincente fra Egitto e cinematografia.

Anche l’agente segreto più famoso protagonista in Egitto

Dopo Indiana Jones, passiamo a un altro dei personaggi fittizi più celebri al mondo. Parliamo dell’agente con licenza di uccidere al servizio di Sua Maestà, all’anagrafe James Bond. Anche l’agente 007 in uno dei 25 film della maestosa saga è di scena in Egitto, per il film “Agente 007 – La spia che mi amava”. Era il 1977 e Roger Moore che interpretava Bond nella pellicola fu seguito da oltre 20 milioni di spettatori nella prima assoluta nel Regno Unito avvenuta il 28 marzo del 1982. Una curiosità su questa pellicola che ricevette ben tre candidature agli Oscar, è che gran parte delle scene furono girate in Sardegna, in particolare fra il porto di Palau, la spiaggia di Capriccioli, e Cala Volpe, oltre ovviamente alle location egizie de Il Cairo, al Nilo, alle piramidi e alla città di Luxor.

 

La Mummia, dal 1932 allo spin off “Il Re Scorpione”

La mummia, con annessi i tesori e le leggende, è uno dei simboli dell’Egitto. Ed era ovviamente impossibile che ciò non diventasse il soggetto di un film. I più ricordano sicuramente la trilogia de “La mummia” distribuita nelle sale cinematografiche fra il 1999 e il 2008, ma pochi sanno che questi tre film hanno origine da una pellicola ben più antica. Infatti nel 1932 usciva “The mummy”, con regia di Karl Freund è liberamente ispirato all’apertura della tomba del faraone egizio Tutankhamon, avvenuta nel 1922. In seguito, oltre appunto al remake del film del 1999 con protagonista Brendan Fraser e Arnold Vosloo, “The Mummy” è stata d’ispirazione anche per il film “Il Re Scorpione” del 2002 che ha lanciato definitivamente la carriera di The Rock, già presente nel cast del film del 1999.

Questi sono soltanto alcuni dei titoli emblematici di quando l’antico Egitto sia una fonte inesauribile di ispirazione per sceneggiatori e registi. Basti pensare anche ai tanti film con protagonista Cleopatra, o alla regina Nefertiti che, come leggiamo su Comingsoon, non hanno lasciato indifferente neanche il genio di Totò.

Iarin Fabbri

Iarin Fabbri

Spadin (alias Iarin Fabbri) è uno dei fondatori di Project Nerd. E' socio fondatore di Webbare.it che è l'azienda che si occupa di tutto lo sviluppo software e montaggi video e grafica per Project Nerd. Spadin è esperto di retrogaming e comics, più che esperto, possiamo definirlo memoria storica, e si tiene informato sulle serie tv e i cine-comics

Lascia un commento