Perché Overwatch è a pagamento?

3197 0

Le polemiche dopo l’annuncio di Overwatch a pagamento piuttosto che Free to Play non si sono ancora placate. Secondo l’opinione pubblica, acquistare un titolo basato su un modello free to play pagando 70 euro e successivamente dover pagare altri contenuti bonus all’interno del gioco come un qualsiasi F2P non ha molto significato (se non quello di spillare più denaro possibile).

Overwatch non è altro che il primo FPS creato dagli stessi sviluppatori di Starcraft e Warcraft e si attesta essere la prima nuova IP dopo circa 20 anni dall’ultima novità. E’ difficile prevedere se Overwatch sarà un progetto apprezzato dal pubblico, ma Blizzard ha voluto immediatamente far chiarezza sulla decisione intrapresa:

Il bello di Overwatch è la combinazione tra i diversi personaggi e la possibilità di sceglierne diversi per ogni partita. Proporre Overwatch come un F2P si sarebbe scontrato con la necessità di limitare l’accesso fin da subito a tutti i contenuti del gioco, cosa tipica dei giochi free-to-play, pertanto il team ha deciso di prediligere la libertà di utilizzo di tutti e 21 gli eroi previsti reintroducendo il prezzo d’acquisto, in modo da proporre per tutto lo stesso standard completo.

Queste le parole di Jeff Kaplan, Game Director del progetto.

reaper
Reaper è davvero figo, penso sarà uno dei miei personaggi preferiti

Le motivazioni di Blizzard sono più che lecite, ma al momento nemmeno io sono convinto della sua posizione. Per quel che mi riguarda, penso che l’azienda americana, osservando quanto i giocatori siano facilmente disposti a pagare per acquistare colori diversi per i costumi dei propri eroi preferiti dei F2P più blasonati, abbia pensato al fatto che sicuramente i giocatori saranno disposti a pagare per avere accesso a un F2P o presunto tale. Per quel che mi riguarda, Blizzard al momento sta prendendo la strada sbagliata.

Marco Masotina

Tosto come un Krogan, gli piace essere graffiante e provocante per scoprire cosa il lettore pensa dei suoi strani pensieri da filosofo videoludico. Adora i lupi, gli eventi atmosferici estremi, il romanticismo e Napoleone.

There are 1 comments

Comments are closed.