Brothers in Amrs potrebbe ritornare all’azione

934 0

Vi ricordate quando Gearbox, probabilmente in preda a un ictus celebrale causato dal troppo lavoro di brainstorming su un possibile Borderlands 3, presentarono all’E3 2011 Brothers in Arms: Furios 4, uno sparatutto in cooperativa che aveva la semplice intenzione di mandare al diavolo oltre 5 anni di avventure con il Sergente Baker, avventure tra le altre cose splendide, emotive e sicuramente di grande impatto. Fortuanatamente la direzione di 2K bocciò istantaneamente il progetto poiché minava letteralmente l’ottima reputazione della serie sviluppata da Gearbox e non sono sorpreso dal comportamento del publisher americano. 2K è infatti un’azienda sotto il controllo di Take Two, enorme multinazionale operante nel settore dell’intrattenimento digitale, e come obiettivo si pone il finanziamento e la distribuzione di prodotti videoludici di qualità.

 

632860_20110608_screen002_jpg_0x0_q85Una motosega, stile GDR con danni in tempo reale, Unreal Engine 3 sparato a mille: un chiaro esempio di sviluppatori drogati

 

Randy Pitchford è una delle capocchie di Gearbox Software e recentemente ha parlato con i colleghi oltreoceano di Polygon riguardo l’inizio di sviluppo di un nuovo e vero capitolo della serie bellica simulativa apprezzata dai cineamatori. Pitchford ha affermato che il nuovo capitolo è in fase di produzione, ovvero è ancora nella fase di finanziamento e “acquisto aparecchiature” per permettere al team di creare un nuovo e magico capitolo della gloriosa serie. Non si sa ancora se parlerà di nuove gesta del Sergente Baker e della sua squadra, nè tantomeno se sarà ambientato in un differente periodo storico. Sta di fatto che l’esponente di Gearbox ha affermato l’assoluta volontà di selezionare un prodotto che sia coerente con lo spirito della produzione e soprattutto di qualità, pronto a cancellare il progetto nel caso dal cappello magico della Software House americana non esca nulla di buono.

Sinceramente mi piacerebbe ancora una volta giocare un nuovo capitolo di Brothers in Arms. Il titolo uscito per Smartphone risulta essere una buona opera se circoscritta al solo scenario mobile, ma non è assolutamente sufficiente per calmare gli animi dei fan. La notizia per cui Furios 4 è stato definitivamente abbandonato mi ha sicuramente calmato, ma non voglio che la serie venga deviata verso un nuovo modello di gameplay solo per attrarre nuovi consumatori. In tal caso, se proprio Gearbox vuole fare denaro a palate, è meglio che punti su altro. Battleborn, il moba sparatutto in uscita il prossimo Marzo promette di essere un ottimo compromesso tra innovazione e divertimento e sicuramente permetterà allo studios ingenti introiti. Noi di PjN lo proveremo, se sarà meritevole ne parleremo nelle nostre pagine.

Sta di fatto che un nuovo Brothers in Arms, un vero BiS, mi farebbe davvero felice.

Marco Masotina

Marco Masotina

Tosto come un Krogan, gli piace essere graffiante e provocante per scoprire cosa il lettore pensa dei suoi strani pensieri da filosofo videoludico. Adora i lupi, gli eventi atmosferici estremi, il romanticismo e Napoleone.