Superman Unchained

Superman Unchained – Recensione

1808 0

Superman Unchained è una storia solida come l’acciaio!

 

STORIA

Superman Unchained

Nel giro di qualche ora Superman ha dovuto intercettare la caduta di 6 satelliti mentre adesso si ritrova tra le mani una stazione spaziale top-secret, anch’essa in caduta libera e altamente pericolosa essendo alimentata da un reattore nucleare.

Molti sono i sospettati, un gruppo terroristico conosciuto come Ascension, Lex Luthor e il generale Lane ma la domanda è sempre la stessa: “Cosa si nasconde dietro la caduta di questi satelliti?”

Superman dovrà quindi affrontare un nuovo potente avversario giunto sulla terra molto tempo prima di lui…

Scott Snyder si riconferma essere un grande scrittore e uno dei fumettisti contemporanei più importanti in circolazione. Se con Batman aveva stupito critica e pubblico rimanendo in casa DC Comics ha prestato il suo talento anche per l’altra grande icona del mondo dei super-eroi, quel Superman da sempre ambito da tutti ma difficilissimo da scrivere efficacemente.

Il Kryptoniano infatti è da sempre una dura gatta da pelare per tutti gli sceneggiatori che si affacciano sulla testata de l’Uomo d’Acciaio essendo difficile raccontare le gesta di un essere invincibile e infallibile ( stesso discorso in Italia per Tex).

Snyder però scommette il tutto per tutto e ci regala una storia divertente e ben equilibrata dal ritmo incalzante sin dalle prime pagine, con questo mistero che si infittisce ad ogni numero e sono sicuro vi regalerà parecchie sorprese.

Il modello di riferimento è quindi quello di Brian Azzarello col suo Superman Per il Domani e non All-Star Superman di Morrison. Un lavoro quindi ben eseguito ma privo di quella genialità e originalità che ha caratterizzato la sua Corte dei Gufi su Batman.

L’aspetto divino/metafisico di Superman è assente mentre si esaltano la sua purezza e le sue doti infinite di kryptoniano e umano. Ma si sottolinea e ricorda come Supes possa diventare una minaccia inarrestabile da un giorno all’altro.

Alla fine di ogni episodio troverete un epilogo frammentato molto bello e interessante che non farà altro che porre dubbi e domande che infittiscono a non finire questo mistero magnificamente orchestrato da Snyder.

DISEGNI

Superman Unchained

Jim Lee non è certo alle prime armi con l’azzurrone, sue le matite nella storia di Azzarello appena citata. Come sempre, dagli anni ’90 ad oggi, Jim Lee rimane una certezza assoluta nel panorama fumettistico mondiale.

Preciso e dettagliato ma con uno stile inconfondibile e un senso cinetico davvero strabiliante oltre ad un uso delle vignette molto efficace e originale.

Vi ritroverete spesso ad ammirare intere tavole di questo grande disegnatore americano che non finirà mai di stupirci!

Dustin Nguyen invece disegna ogni epilogo a fine episodio con tinte molto noir e cupe come da atmosfera con un disegno più stilizzato ed empatico, distinguendosi nettamente dal collega Lee. Altro grande autore da tenere d’occhio!

CURA EDITORIALE

Superman Unchained

Questo Superman Unchained è un cartonato di 276 pagine a 16,8×25,6 tutto a colori che contiene l’intera gestione di Snyder e Lee sull’uomo d’acciaio del lontano 2013. Nel caso in cu siate interessati ad un po’ di anteprime vi lascio il sito di Rw Edizioni.

Riccardo Maggi

Un giullare alla corte di Internet...