agents of mayhem

Agents of Mayhem: la producer intervistata

904 0

Agents of Mayhem sfrutterà le console con una gpu superiore e avrà molte ore di longevità.

Agents of Mayhem, il nuovo gioco di Volition che cavalca l’onda di Saints Row ma con una anima tutta sua. Il gioco è un open world e dunque necessita di più potenza del normale, specie con l’ottimo comparto grafico che si ritrova e quindi con la mole di oggetti su schermo. In una intervista con wwcftech, la producer di Volition, Kate Nelson si è lasciata andare coi dettagli.

“Le console più potenti vedranno un incremento della popolazione, sia civili che veicoli, rendendo Seoul più densa e vibrante”, spiega Nelson nell’intervista.

“Xbox One X non sarà ancora uscita quando il gioco arriverà sul mercato, quindi le specifiche del gioco su quella piattaforma sono ancora TBD. Gli update per Pro e Xbox One X sono principalmente relativi alla densità della città e utilizzare le GPU più potenti per renderizzare più popolazione, sia per i pedoni che per i veicoli”.

Su PS4 base invece godrà di una risoluzione a 1080p nativa con 30fps granitici, mentre su PC è garantito il supporto all’HDR per i monitor che lo consentono.

Quando poi le è stato chiesto quanto il gioco durerà, ha risposto che “stimare il tempo di gioco in Agents of Mayhem è un po’ difficile per via della sua natura open world”, dice la Nelson. “Il percorso principale dura parecchie ore. I giocatori possono far aumentare il livello i loro agenti e l’agenzia. Si gioca nel metagame del conflitto globale per sbloccare i rank top tier di Legion. Sarà anche possibile rigiocare le missioni con diverse combinazioni di agenti, e catturare gli avamposti Legion nel mondo aperto di Seoul”.

Completare la storyline principale porta il livello del personaggio soltanto a 20, mentre il conteggio dei livelli arriva fino a 40. “quindi, una volta completato il gioco sarete soltanto a metà del divertimento”.

Ricordiamo che il gioco ha la data di uscita prevista per il 18 Agosto.

Fonte

Manuele Musso

Scrittore improvvisato tra romanzi, sceneggiature e testi brevi. Ama i videogiochi, sarebbe capace di scrivere qualsiasi cosa su questi. Tende a guardare di più all'interfaccia di un videogioco piuttosto che al gameplay in sé, senza contare che pensa solo a quanto è smussato un poligono.