ace combat 7

Il caso di Ace Combat 7 || Cosa è tutta questa grafica?

1923 0

Il nuovo trailer di Ace Combat 7 mostra manovre interessanti.

Bandai Namco ritorna con un nuovo, principale, capitolo della serie di Ace Combat col numero 7 l’anno prossimo. Una vera e propria decade è passata dopo Ace Combat 6: Fires of Liberation rilasciato su Xbox 360 anche se dopo questo sono stati fatti diversi spin-off. Tra capitoli portatili e su console fisse, l’ultimo spin-off vedeva un Ace Combat free to play come esclusiva PS3.

Ace Combat 7: Skies Unknown permetterà ai giocatori di effettuare manovre pericolose, inclusa la Post-Stall Maneuver, come potete vedere dal trailer.

Bandai Namco ha anche rilasciato un bel paio di screenshot dal gioco, che uscirà su PC, PS4 e Xbox One.

E’ interessante notare di come finalmente solo grazie a questo capitolo – che è uscito su console che hanno permesso un’evoluzione grafica discreta – i caccia si sentono “reali”, hanno una loro fisica e donano un gran feedback. L’Unreal Engine 4 permette a volte di fare magie grazie a luci, ombre e shader miracolosi che permettono una resa grafica di tutto rispetto e con Ace Combat funziona alla grandissima. Tutto questo sulle console passate non era assolutamente possibile – di conseguenza e purtroppo, non lo è stato nemmeno su PC dato che l’unico capitolo uscito è stato Assault Horizon, mero porting, potevano approfittare della maggior potenza dell’hardware PC ma così non lo è stato.

Edifici fatti di carta, strade che parevano prese di pari passo da Google Maps in 2D, solo i caccia avevano un livello di dettaglio ammirevole, sopratutto le animazioni dei post bruciatori. Ora mi direte: “Cosa ti metti a guardare per terra quando devi osservare i caccia nemici che volano per aria!” io voglio immedesimazione, immersione, sarà che sono troppo abituato a simulatori come Elite Dangerous dove ogni cosa è curata, certo lì città non ne vedi ma spero abbiate capito il succo del discorso, i dettagli, se ci sono, devono esser curati. Per non parlare delle nuvole, che soltanto adesso, in Ace Combat 7, saranno parte integrante del gameplay, non come prima che erano semplici sprite 2D presenti nello skybox o nello stage di volo utili soltanto ad occupare memoria della console che ne ha poca di suo. Ma si sa, la serie è sempre e solo uscita solo su console, sul lato grafico non è che potessero fare chissà cosa, quindi.

Fremiamo, insomma nell’attesa di questo nuovo promettete sim-arcade di caccia, stavolta finalmente su computer con un motore grafico decente e di conseguenza anche dell’ottimo gameplay. Perché nelle cose fatte bene, entrambi sono curati.

 

 

Manuele Musso

Manuele Musso

Scrittore improvvisato tra romanzi, sceneggiature e testi brevi. Ama i videogiochi, sarebbe capace di scrivere qualsiasi cosa su questi. Tende a guardare di più all'interfaccia di un videogioco piuttosto che al gameplay in sé, senza contare che pensa solo a quanto è smussato un poligono.