overwatch

Overwatch: dei “mercenari” modereranno la tossicità della community Blizzard si occuperà di un problema che gli utenti dovrebbero gestire da loro.

2120 0

Overwatch

Overwatch: dei “mercenari” modereranno la tossicità della community.

Questi “mercenari” che sono perlopiù designer di videogame, analisti ed appassionati.

Non è una novità che Blizzard tenga alla propria utenza, basti pensare ai ban in massa contro i cheater, ed è altrettanto noto il problema della comunità di Overwatch che tende ad essere molto tossica a volte. Tra comportamenti razzisti, il lasciare la squadra nel bel mezzo di una partita (che sia competitiva o no) o semplicemente comportarsi da menomati mentali, è insomma sintomo di tossicità. Il problema al team di Blizzard  noto da tempo e Jeff Kaplan parlando a Kotaku al Blizzcon, ha spiegato come intendono cercare di risolvere la cosa.

In sostanza, Blizzard ha riunito un gruppo di “mercenari” che sono perlopiù designer di videogame, analisti ed uno speciale gruppo conosciuto come “Risk” che combatte i cheater del gioco. I “mercenari”, puniranno i giocatori più tossici in modo che si comportino meglio in futuro. “Stiamo cominciando ad essere meno silenziosi e ad essere più severi,” spiega Kaplan. “Se qualcuno si comporta male, silenziarli solitamente porta a cose peggiori durante la partita. Se continuate a comportarvi in questa maniera, dovremo farvi lasciare il gioco [permanentemente].”

Il gioco invierà inoltre delle notifiche ai giocatori che inviano le segnalazione per informarli che i giocatori cattivi sono stati puniti. Kaplan dice che le persone sono “eccitate” all’idea di questa nuova funzione, sperando che questi comportamenti tossici diminuiscano.

Fonte

Manuele Musso

Scrittore improvvisato tra romanzi, sceneggiature e testi brevi. Ama i videogiochi, sarebbe capace di scrivere qualsiasi cosa su questi. Tende a guardare di più all'interfaccia di un videogioco piuttosto che al gameplay in sé, senza contare che pensa solo a quanto è smussato un poligono.