Tarantino strangola Diane Kruger, in un primo piano violento tratto da Inglorius Basterds

Diane Kruger su Tarantino: “strangolata sul set”, escono i dettagli Tarantino è il centro di numerose discordie degli ultimi giorni. Dopo Uma Thurman e Asia Argento, anche Diane Kruger dice la sua.

9434 0

Kruger precisa quali siano state le dinamiche dello strangolamento subito da Tarantino

Quentin Tarantino non sta passando delle belle giornate. Dopo Argento e Truman, al coro si aggiunge Diane Kruger, a seguito delle presunte violenze perpetuate all’attrice durante le riprese di Bastardi Senza Gloria.

Le ultime news avrebbero sostenuto la tesi secondo la quale Tarantino le avrebbe fatto seriamente male durante la scena dello strangolamento, ma l’attrice, grazie al cielo, si interpone tra Quentin e il processo mediatico, condividendo su Instagram la sua versione dei fatti.

Diane Kruger si è espressa per rassicurare i fan che il regista non ha abusato del suo potere durante le riprese.

In seguito alla pubblicazione di filmati che mostrano Uma Thurman coinvolta in un incidente stradale durante le riprese di Kill Bill, Diane ha condiviso il suo sostegno a Uma, mentre insiste nel dire che ha avuto un’esperienza gioiosa lavorando con Tarantino.

Riferendosi a Inglourious Basterds, Diane ha detto che il cineasta l’ha trattata con rispetto.

“Alla luce delle recenti accuse fatte da Uma Thurman contro Harvey Weinstein e della sua terrificante esperienza lavorativa su Kill Bill, il mio nome è stato menzionato in numerosi articoli in merito alla scena soffocante di Inglourious Basterds.  Questo è un momento importante e il mio cuore va a Uma e a chiunque sia stato vittima di abusi. Per la cronaca, tuttavia, vorrei dire che la mia esperienza lavorativa con Quentin Tarantino è stata pura gioia. Mi ha trattata con estremo rispetto e non ha mai abusato del suo potere, o mi ha costretto a fare qualsiasi cosa con cui non mi sentissi a mio agio.

– Diane Kruger

Lo stesso Tarantino ha anche affrontato la recente polemica sui suoi metodi sul set, dicendo a Deadline di aver strangolato Diane con il suo permesso.

Ricordando il momento durante le riprese, ha riferito di averle chiesto di strangolarla senza porre alcuna pressione sul collo, di recitare e che sarebbe durata al massimo trenta secondi e che non l’avrebbero rifatta. Al ché lei avrebbe risposto di sì, senza alcun problema.

Finalmente Tarantino può respirare aria di sollievo. Kruger è un buon esempio per tutti coloro che attualmente tendono a screditare.

Fonte: IndieWire

Francesco Paolo Lepore

Francesco Paolo Lepore

Redattore presso PJN e CinemaTown, laureato in Nuove Tecnologie dell'Arte, studente di Social Media Marketing. Il cinema è una costante della sua vita. Ha scritto e diretto diversi progetti per le università e il territorio. Amante dei mass media, ne studia minuziosamente i meccanismi utili alla comunicazione emozionale. Scrive da sempre, osserva da sempre, ricorda tutto da sempre.