Deadpool 2: ecco perché T.J. Miller ha un ruolo marginale nel film Pare che i cambiamenti di Deadpool 2 relativi al ruolo di Weasel, interpretato da T.J. Miller, siano collegati alle accuse di molestie nei confronti dell'attore.

7911 0

Deadpool 2 è più divertente, più originale e più spettacolare del primo capitolo. Tuttavia, c’è un’altra differenza fra Deadpool e il suo sequel che può essere scovata, e riguarda il ruolo di Weasel, il migliore amico del protagonista. Nei due film il personaggio di Weasel è interpretato dall’attore T.J. Miller, attore che abbiamo già visto esordire in Cloverfield e che abbiamo apprezzato anche nel più recente Ready Player One (S. Spielberg).

Nel primo film dedicato alle avventure dell’eroe-antieroe amante dei doppisensi e del citazionismo, il ruolo di Weasel è tutt’altro che marginale. Per questo motivo non fu una sorpresa la conferma della presenza di Miller nel cast di Deadpool 2. Fu Miller stesso a rivelare che il suo personaggio, nel sequel diretto da David Leitch, avrebbe avuto un ruolo principale nella storia, ma tutto questo non è stato riscontrato nel film.

Leggi anche: Deadpool 2: le prime reactions della stampa

Si suppone che questo cambiamento sia dovuto alle accuse di molestie che hanno colpito T.J. Miller nell’ultimo anno. Miller, già noto a Hollywood per i suoi comportamenti spesso inopportuni, è stato accusato da una donna che sostiene di essere stata picchiata dall’attore durante un rapporto avuto con lui nel 2001.

Nonostante Silicon Valley abbia negato che l’episodio sia mai accaduto, la FOX ha deciso comunque di minimizzare la presenza di Miller nel film, senza però direttamente rimpiazzare l’attore. In Deadpool 2, infatti, Weasel non è soltanto un ruolo marginale, ma addirittura una sorta di “cattivo” che svela i piani di Deadpool al villain Cable, interpretato da Josh Brolin.

Leggi anche: The Division: il film con Jessica Chastain sarà diretto da David Leitch

Poteva mancare nel film un riferimento alle accuse che hanno visto vittima Miller? Ovviamente no: quando passa alla tv un servizio del telegiornale con la barra di scorrimento delle news, uno degli aggiornamenti in tempo reale riporta la dicitura: “Christopher Plummer rifiuta un ruolo in Deadpool 2”. Il riferimento è ironico e riporta anche alla sostituzione di Kevin Spacey con Plummer in Tutti i Soldi del Mondo, film di Ridley Scott.

Fonte: Screenrant.com

Federica Cremonini

La sua passione per la settima arte comincia quando, da piccola, scopre una videocassetta di Nightmare nascosta su una mensola in casa. Trascorsi i primi anni di cinefilia ad approfondire l'horror (in ogni salsa), passa alla seconda fase tipica di ogni appassionato: Lynch, Kubrick, Tarantino. Dopo una terza fase fatta di nouvelle vague, cinema russo e New Hollywood, decide che è finalmente pronta a dare la risposta definitiva: il suo cuore appartiene a David Cronenberg.