james gunn projectnerd.it

James Gunn: 250 mila firme raccolte a suo favore Le disavventure di James Gunn hanno raccolto il consenso di tantissime star (e non), raccogliendo numerose firme a suo favore.

5498 0

Come ben sappiamo, Disney ha deciso di licenziare James Gunn sulla luce di alcuni tweet apparentemente inappropriati  pubblicati qualche tempo fa. Con l’appoggio di gran parte delle star di Hollywood, Gunn sembra non lasciarti trascinare nel baratro dove ormai sono in molti a finire. I tweet in questione riportavano battute e barzellette su temi controversi come la pedofilia o lo stupro.

Oltre a quello di suo suo fratello Sean Gunn, James ha ricevuto il supporto di gran parte del cast di Guardiani della Galassia, come Chris Pratt (Star-Lord) e Zoe Saldana (Gamora).
Una petizione è stata pubblicata su Change.org, intitolata ‘Rehire James Gunn‘ (Riassumete James Gunn), e il creatore della pagina ha dichiarato:

“Sono abbastanza intelligente da sapere che probabilmente non cambierà nulla, ma vorrei aiutare Disney a capire l’errore che ha commesso per non farlo di nuovo in futuro.
Sono d’accordo sul fatto che le persone dicono cose stupide mentre lavorano per uno studio, e lo studio ha il diritto di licenziarle in vista di una controversia. La situazione è diversa però perché queste battute sono state fatte prima di lavorare per Disney, ed erano, beh, battute.
Un’altra cosa: se fai questo a Gunn dovresti farlo anche per gli altri direttori che hanno fatto battute infelici durante la loro vita, ovvero tutti. Ho i miei dubbi che esista una sola persona che non abbia raccontato barzellette di merda una o due volte nella loro vita.

Marvel dovrebbe riacquistare i sensi e riprendere Gunn con sé. Sarebbe fantastico, ma l’uncia cosa che possiamo fare è raccogliere una prova per Disney, per fargli capire che hanno fatto degli errori. Sarebbe una vittoria.”

Leggi anche: le star del cinema supportano James Gunn

Disney ha una dichiarazione riguardante il licenziamento di Gunn:

“Gli atteggiamenti offensivi scoperti sul profilo Twitter di James sono indifendibili e non compatibili con i valori del nostro studio. Abbiamo deciso di troncare i nostri rapporti commerciali con lui.”

Per ora, la petizione conta ben 258.226 firme in continuo aumento. Sperando che arrivi ad un numero abbastanza alto, Disney potrebbe perdonare uno dei suoi registi più apprezzati, e lasciarlo lavorare sul suo fiore all’occhiello: Guardiani della Galassia, Vol. 3. James ha naturalmente chiesto scusa pubblicamente per il suo comportamento, ma la verità è: chi non commette degli errori?

 

 

 

Martina De Vita

Martina De Vita

Nata nel 1996, il limbo generazionale a cavallo tra gli anni '90 e i 2000. Cresciuta davanti ad uno schermo, la sua infanzia si è svolta tra i classici dei videogiochi e gli anime degli anni '80. Con il passare degli anni, può affermare di avere due grandi passioni: il binge-watching indiscriminato e tentare di accarezzare i gatti che incontra per strada.