Akame ga Kill! Zero, in arrivo la conclusione del manga Il prequel dell’opera principale Akame ga Kill!, terminerà con il decimo volume.

7215 0

Il nono volume del prequel manga Akame ga Kill! Zero di Takahiro (storia) e Kei Toru (disegni) ha rivelato sabato che la serie terminerà con il decimo volume.

Takahiro e Toru hanno lanciato il manga spin-off nell’ottobre 2013 sulla rivista Monthly Big Gangan (casa editrice Square Enix). Takahiro si occupa della storia mentre Toru delle illustrazioni.

Akame ga Kill! Zero prende piede qualche anno prima degli eventi presenti nella serie originale Akame ga Kill!. Il prequel si focalizza sul personaggio di Akame, una ragazza cresciuta dall’impero come un’assassina.

Sul sito della Panini Comics, casa editrice che si è occupata della versione italiana del manga, possiamo leggere: “Nel corrotto impero, dove l’ossessione per il potere si fa strada a scapito del benessere della popolazione, persino la giustizia sembra perdere ogni valore.

Impossibile richiamarsi all’onestà, quando il cuore del Paese è marcio e avvezzo a ogni sorta di bassezza. In questo mondo sull’orlo della disperazione, la speranza non ha che un solo mezzo per farsi strada: l’assassinio.

Una nuova avventura che vi mostrerà Akame come non l’avete mai vista, svelando la lunga e difficile strada che l’ha privata dell’infanzia trasformandola nella leggendaria assassina in grado di far tremare l’impero”.

In Italia il primo volume è uscito il 9 marzo 2017. I volumi successivi sono usciti con cadenza bimestrale, sino all’attuale volume 5.

Akame ga Kill! Zero

 

Takahiro e Tetsuya Tashiro hanno lanciato la serie originale Akame ga Kill! nel 2010 sulla rivista Monthly Gangan Joker. La serie, terminata nel dicembre 2016, è composta da 15 volumi rilasciati in Italia dalla Panini Comics.

Un adattamento anime della serie principale, prodotto da White Fox, è stato trasmesso in Giappone tra il 6 luglio e il 14 dicembre 2014. La regia è stata affidata a Tomoki Kobayashi, mentre la composizione della serie a Makoto Uezu. Takahiro ha supervisionato lo scenario e Taku Iwasaki ha composto la colonna sonora.

Gli episodi sono stati trasmessi in contemporanea con il Giappone grazie al sito di streaming Crunchyroll.