Apple: niente sesso sulla piattaforma di streaming della mela Il colosso avrebbe già applicato le sue ferree restrizioni sulla prima vittima, la serie dedicata a Dr.Dre

3390 0

Ormai da molto tempo siamo al corrente della notizia che Apple sta per lanciare una nuova piattaforma di streaming proprietaria. Tuttavia il progetto è sempre rimasto decisamente top secret, da Cupertino infatti non è mai giunta nessuna informazione riguardo questo nuovo servizio, del quale attualmente non conosciamo il possibile nome oppure i costi e neppure le modalità di abbonamento, le uniche news giunte agli spettatori fino ad oggi sono state relative alle possibili serie che via via sono state programmate del misterioso servizio Apple, e che, secondo Wall Street Journal, sono destinate a crescere di numero.

Nonostante questo nuovo servizio globale, Apple non ha intenzione di mettere in gioco il proprio stile, manterrà infatti inalterati i valori che da tempo contraddistinguono il brand. Dagli show saranno quindi messe al bando tutte le possibili scene di sesso o che saranno segnalate come violenza gratuita, addio quindi alla possibilità di vedere serie in stile HBO per intenderci.

In tale direzione sarebbe già giunto il primo sto alle riprese, a pagarne le conseguenze lo show Vital Signs. In lavorazione ormai dal 2016 la serie televisiva drammatica è una interpretazione semi biografica della vita del beatmaker, rapper e produttore discografico statunitense Dr. Dre. Secondo la Apple la serie sarebbe stata infatti troppo violenta a causa delle scene di sesso e di droga presenti nella pellicola.

Secondo alcune voci, queste restrizioni potrebbero finire per rappresentare un ostacolo insormontabile per la piattaforma stessa, una scelta che potrebbe portare Apple all’insuccesso visto che limiterebbe di molto il ventaglio d’azione delle serie disponibili, eliminando tutte quelle in cui sono presenti tematiche per adulti oppure particolarmente dark.

Per sapere quanto queste decisioni limiteranno il futuro della piattaforma non rimane che attendere i primi 3 mesi del 2019, quelli identificati come possibile lancio del nuovo servizio

Voi cosa ne pensate di questa decisione ?

Marcello Portolan

Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD