Blumhouse si prepara al BlumFest: un evento virtuale dedicato a tutti i fan La casa di produzione horror sfrutterà il pannello per interviste e anticipazioni

265 0

La pandemia di COVID-19 ha sicuramente rallentato l’avanzamento di moltissimi progetti artistici, soprattutto cinematografici. Tra questi, figura una serie attesissima di film horror prodotti dalla Blumhouse Productions. Per rispondere all’emergenza senza trascurare i numerosi fan in apprensione, Blumhouse ha deciso di dare vita al BlumFest. L’evento si terrà in modalità completamente virtuale ed ospiterà interviste esclusive e anteprime sui film in uscita. Il BlumFest verrà inaugurato il 29 ottobre alle 10 e potrà essere seguito in diretta sulle pagine ufficiali dello studio via YouTube e Facebook.

Di certo ci sarà un pannello dedicato a The Craft: Legacy, Freaky ma soprattutto a Halloween Kills, la cui uscita era prevista per i primi di ottobre, salvo poi essere rinviata a causa dell’emergenza sanitaria mondiale. La nuova data di debutto è stata fissata per il 15 ottobre 2022.

Jason Blum, CEO della casa di produzione, ha dichiarato: “Questo anno ci ha costretti ad accantonare molte cose, ma quella di Halloween è una stagione ricca di tesori per noi di Blumhouse, quindi abbiamo ideato il BlumFest per celebrare con i nostri fan attraverso un evento virtuale costituito da interviste esclusive e spezzoni inediti tratti da uno o due dei film in uscita”.

Ci saranno anche ospiti speciali distribuiti nei diversi momenti dell’evento. Si parte con Welcome to the Blumhouse, con Jennifer Salke e Mamoudou Athie, incentrato sulla recente collaborazione con Amazon Studios concretizzatasi in film quali Black Box, Evil Eye, Nocturne e The Lie. Dopo l’introduzione, seguono i pannelli dedicati a The Craft: Legacy con Zoe Lister Jones e cast al seguito, insieme a Freaky in compagnia del regista Chris Landon e Vince Vaughn. In conclusione, Halloween Kills in compagnia di David Gordon Green e Jamie Lee Curtis e per finire The Good Lord Bird, tenuto da Ethan Hawke e lo stesso CEO Jason Blum.