Hubie Halloween: La recensione Adam Sandler torna su Netflix con una commedia horror ricca di amici

266 0

La notte di Halloween si avvicina, ma ormai da qualche settimana è disponibile su Netflix l’ultima fatica di Adam Sandler.

Il film vede protagonista Hubie Dubois, quarantenne di Salem, un classico bambinone con un grande cuore e qualche problema di troppo con la paura. Una paura che ovviamente lo porta a voler vigilare sulla sicurezza di Halloween che per lui è la festa più importante dell’anno.
Hubie è la vittima preferita per i bulli di tutta la città, dai piccini agli adulti tutti lo prendono di mira con scherzi anche cattivi e crudeli – oltre al lanciargli oggetti decisamente pericolosi mentre gira in bicicletta). Questo Halloween però la sensazione è che qualcosa di realmente sinistro stia accadendo nella città e Dubois dovrà fare tutto il possibile per evitare il peggio.

Ormai Sandler è un affezionato della piattaforma, grazie all’accordo tra il colosso e la Happy Hogan  casa di produzione dell’attore americano, questa volta con Hubie Halloween si cimenta con un horror comedy con un risultato decisamente rivedibile sotto diversi punti di vista, ma che nell’insieme risulta godibile e leggero.

Siamo abbastanza lontani da un titolo che fa ridere a crepapelle, il film tenta di creare diverse gag ricorrenti come quella del termos o delle magliette della madre del protagonista, che riescono a strappare qualche sorriso però nulla più di questo. La trama – anche grazie a qualche twist semplice e ben congegnato – funziona e incuriosisce, ma in questo caso è la lunghezza del film a rendere le cose difficile, magari asciugando un po’ il minutaggio togliendo gag avrebbe potuto dare una riuscita migliore.

 

Si tratta di un film nato per intrattenere la famiglia sul divano non ha velleità da cinema, ma l’intenzione di risultare una piacevole commedia demenziale e questo obbiettivo si può considerare in qualche modo raggiunto. Un compitino svolto in maniera sufficiente, lontano dall’apice della risata di Sandler, ma altrettanto al sicuro dal baratro di alcuni progetti recenti.

Nel cast oltre al già nominato Sandler troviamo anche piccoli ruoli per Steve Buscemi,Michael Chiklis,Rob Schneider, Julie Bowen, Ray Liotta e anche la ex star NBA Shaquille O’Neal, un gruppo di “amici” che sembra divertirsi di gusto alle prese con questo progettino

Il film diretto dall’ormai veterano del Sandleruniverse , Steven Brill,non ha nulla di horror e non brilla per comicità, ma se siete una famiglia con qualche piccolino al seguito, questo potrebbe essere un buon titolo per passare la serata.

 

Marcello Portolan

Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD