The Harder They Fall: Su Netflix il western incontra il blaxploitation

433 0

Il 3 novembre è arrivata su Netflix la visione “all black” del Far West di The Harder They Fall, film con Idris Elba e Jonathan Majors diretto da Jeymes Samuel

Quando il fuorilegge Nat Love (Jonathan Majors) viene a sapere che il suo nemico Rufus Buck (Idris Elba) sta per essere rilasciato di prigione, riunisce la gang per rintracciarlo e vendicarsi. Ad affiancarlo in questo impeccabile western di nuova generazione ci sono l’ex fiamma Stagecoach Mary (Zazie Beetz), i suoi bracci destro e sinistro, rispettivamente l’irascibile Bill Pickett (Edi Gathegi) e il grilletto facile Jim Beckwourth (R.J. Cyler), oltre a un sorprendente avversario trasformato in alleato. Anche Rufus Buck ha compagni temibili, tra cui Trudy Smith (Regina King) e Cherokee Bill (LaKeith Stanfield), e tutti hanno un tratto comune: quello di non saper perdere.

 

Una pellicola quella targata The Bullitts ( nome d’arte dello stesso Jaymes) che mescola i generi, sfrutta la natura ibrida del suo creatore per mescolare cinema west e musica e riscrivere le regole del genere western introducendo personaggi reali e una storia fittizia.

 

A spiccare fin da subito in The Harder They Fall è sicuramente il cast, oltre al duo già citato troviamo anche Regina King, Zazie Beetz, Edi Gathegi e Delroy Lindo, nomi che attirano gli spettatori e che garantiscono una capacità scenica sicuramente importante, uno su tutti Idris Elba, che ancora una volta mette sul palco tutto il suo carisma e mangia la scena ogni volta che appare.

Limitarsi a commentare il cast sarebbe però limitante, Jeymes Samuel come accennato in precedenza ha voluto creare una pellicola blaxploitation riportandola al far west, con un risultato che ci ha riportato allo stampo POP di registi come Tarantino e Guy Ritchie.

Nonostante in alcuni momenti la lunga durata ( oltre 2 ore) si faccia sentire e il ritmo ogni tanto rallenti un po’ troppo, The harder they fall è una pellicola che ci ha convinto per il suo stile moderno fatto di ottime scenografie e sparatorie, ottima per una serata di intrattenimento sul divano di casa .

 

Marcello Portolan

Uno strano mix genetico sperimentale allevato a fumetti & fantascienza classica, plasmato dal mondo dell'informatica e della tecnologia, ma con la passione per la scrittura. Un ghiottone che adora esplorare il mondo in cerca di Serie TV e pellicole da guardare noncurante dei pericoli del Trash e dello splatter. un vero e proprio globetrotter del mondo NERD