RoFF17

RoFF17 – The Menu, recensione del film Alla 17ª edizione della Festa del Cinema di Roma è arrivata la nuova pellicola di Mark Mylod

40 0

RoFF17The Menu è il nuovo film di Mark Mylod, presentato alla 17ª Festa del Cinema di Roma. Il cast è di alto livello: Ralph Fiennes, Nicholas Hoult e Anya Taylor-Joy. È un thriller spietato e pieno di tensione. Il lungometraggio parla di un ristorante gourmet che si trova ad Howtorn Island. Questo locale costa moltissimo e ci si arriva con una barca. Il ristorante dà ai propri clienti delle esperienze culinarie molto particolari. Tra i clienti del locale dello chef Slowik (Fiennes) ci sono Margot (Taylor-Joy) e Tyler (Hoult). Ovviamente, è il menù la parte più interessante della pellicola, ciò che la caratterizza. Sono portante inquietanti, proprio come lo chef.

RoFF17 – Un buon cast un pò sacrificato per una scrittura macchinosa

Mark Mylod ha realizzato un lungometraggio che comunica subito tensione e questa non fa altro che aumentare, portata dopo portata. Se la regia è abbastanza d’impatto, la sceneggiatura ha qualche problema. Perché anche se l’ansia è palpabile, il pubblico non riesce a empatizzare con i personaggi. Forse perché tutto è portato alla follia, alla quale non si riesce a credere, perché non ha un vero e proprio senso. Senza dubbio, la storia è molto originale, ma è nella scrittura che perde tutta la sua potenza. Anche se il cast lavora abbastanza bene. Bravo Nicholas Hoult e Anya Taylor-Joy sembra essere a proprio agio. I dubbi sono più per Ralph Fiennes. Va bene che è un personaggio misterioso, ma non dare espressività alle parole, ai dialoghi, è un’altra cosa.

RoFF17 – The Menu uscirà nei cinema il 17 novembre 2022

Non si può recitare quasi sempre con lo stesso tono, senza neanche scandire le parole. A RoFF17 ci viene presentata come un’opera seria, ma ogni tanto ci sono delle scene un pò grottesche, che portano gli spettatori a ridere e questo non va bene. Visto il lungometraggio nella sua interezza, non è male, perché gli elementi positivi non mancano. Il problema è che in molte scene si arriva alla follia e questa, anche se stupisce, allo stesso tempo, allontana lo spettatore. Si può dire anche che il film da un certo punto di vista potrebbe anche prendere in giro tutti coloro che usano paroloni esagerati per descrivere il cibo. The Menù potrebbe piacere a chi ama i thriller e la cucina, ma si deve aspettare di tutto, affinché possa piacere.

 

Renata Candioto

Diplomata in sceneggiatura alla Roma Film Academy (ex Nuct) di Cinecittà a Roma, amo il cinema e il teatro. Mi piace definirmi scrittrice, forse perché adoro la letteratura e scrivo da quando sono ragazzina. Sono curiosa del mondo che mi circonda e mi lascio guidare dalle mie emozioni. La mia filosofia è "La vita è uguale a una scatola di cioccolatini, non sai mai quello che ti capita".

There are 1 comments

  1. Pingback: RoFF17 - Amsterdam, la recensione del film - ProjectNerd.it

Comments are closed.