La provocazione di Danny Boyle è il miglior aggiornamento possibile per il sequel “28 mesi dopo” Danny Boyle ha finalmente anticipato una terza puntata della trilogia di 28 giorni dopo, con alcuni entusiasmanti aggiornamenti destinati a produrre il miglior seguito possibile.

29 0

La presa in giro di Danny Boyle per 28 mesi dopo dimostra che il miglior sequel possibile del film originale sta arrivando. Pubblicato nel 2002, 28 Giorni Dopop ha rivoluzionato l’horror britannico grazie alla regia di Danny Boyle e a una storia semplice ma inquietante di Alex Garland. Ambientato 28 giorni dopo un’epidemia, Jim – il ruolo di protagonista di Cillian Murphy – si sveglia dal coma e scopre che il virus altamente contagioso e che induce la rabbia ha causato il collasso della società. Mentre un sequel, 28 settimane dopo, è stato rilasciato nel 2007, né Boyle né Garland sono tornati per il progetto, il che ha creato alcuni problemi nonostante le recensioni generalmente positive.

Nel corso degli anni da 28 settimane dopo, Boyle e Garland hanno fornito aggiornamenti sul processo di un terzo film, anche se la produzione di 28 mesi dopo non ha mai avuto successo. Tuttavia, in un’intervista con NME, Boyle ha rivelato che Garland aveva scritto una sceneggiatura con “un’idea adorabile” e che poteva essere molto tentato di tornare come regista. Inoltre, Murphy e Imogen Poots hanno espresso interesse a riprendere i loro ruoli. Questi aggiornamenti suggeriscono che il team originale potrebbe tornare in pieno vigore, risolvendo i problemi della seconda puntata e riportando correttamente il franchise che ha fatto rivivere il genere zombi

La regia di Boyle 28 mesi dopo risolve il problema di 28 settimane dopo

Con 28 giorni dopo, Boyle e Garland hanno creato un mondo desolato incentrato intensamente sulla condizione umana, mantenendo tutta l’azione radicata e utilizzando tecniche di ripresa non convenzionali per fornire la sensazione più “reale”. Il film originale è stato molto elogiato per il suo umanesimo, mentre 28 settimane dopo è stato criticato per la sua mancanza di tocco personale. Se Boyle è destinato a tornare al posto di regista con una sceneggiatura scritta da Garland, il vuoto originale di 28 giorni dopo può essere riportato in primo piano, specialmente con la coppia che ha imparato da altri progetti che hanno prodotto negli anni successivi, tra cui successi come Slumdog Millionaire, 127 Hours e Ex Machina.

28 Giorni Dopo è stato rivoluzionario per l’horror britannico, introducendo un nuovo modo di raccontare la storia dell’orrore di zombi, che ha ispirato molti film negli anni successivi. Nonostante i suoi difetti, 28 Settimane dopo ha ampliato l’universo creato da Danny Boyle e Alex Garland, qualcosa che si è tradotto brillantemente in graphic novel e una serie di fumetti. Questo universo può continuare a svilupparsi con un terzo film del franchise oltre 20 anni dopo l’uscita dell’originale. 28 mesi dopo mostrerebbe la devastazione e il recupero quasi due anni e mezzo dopo lo scoppio iniziale del virus “Rage”, anche se ci sono ancora dubbi sul fatto che il franchise debba concludere completamente con un terzo film o se ci sia del potenziale per 28 anni dopo.

Ary