Total War: Warhammer si svela in un corposo gameplay

1132 0

Creative Assembly mostra il lavoro svolto con Total War: Warhammer

Il 28 Aprile è una data assolutamente da segnare. Alcuni di voi infedeli probabilmente non sanno a che cosa si riferisce, ma se avete letto il titolo probabilmente avrete già collegato le due cose. Il 28 Aprile 2016 è infatti la data di uscita fissata per la pubblicazione di Total War: Warhammer, il nuovo strategico di Creative Assembly totalmente dedicato all’universo di Warhammer. Lo scorso anno, la grandiosa IP di Games Workshop ha dimostrato un forte appeal nei confronti del mondo videoludico. Warhammer: End Times-Vermintide si è dimostrato davvero in ottima forma, capace di conquistare uno come me ancora innamorato di Left 4 Dead. Di fatti, Vermintide è un ottimo simulatore di sterminatore di ratti e la sua somiglianza con altri capisaldi del genere, come per esempio il già citato Sinistra 4 Morto, non ha affatto scalfito la buona riuscita del progetto.

Announcement_screenshot04A loro modo sono soffici e coccolosi

Ma non dovremmo parlare della creazione di Fatshark (solo il nome dello studios merita l’esborso), bensì della grande impresa di Creative Assembly nella volontà di permettere finalmente ai videogiocatori appassionati di Warhammer di simulare in maniera perfetta le grandiose battaglie rievocate su grossi tavoli senza per forza dover spendere un patrimonio in statuette e unità d’assedio (anche se in realtà ne vale la pena). Via quindi i pennelli e i colori quindi, Total War: Warhammer si pone l’obiettivo di sperimentare un mondo di gioco totalmente fantasy con le realistiche meccaniche di gameplay della celebre serie di strategia, sebbene non è ben chiaro come potremo far pagare i tributi ai nostri cari amici topi (o Skaven a dir si voglia, sempre che essi siano implementati nel gioco come razza giocante).

A tal proposito, gli sviluppatori affermarono tempo fa di aver adattato gli algoritmi del gioco in modo tale da sviluppare un titolo che fosse coerente con l’universo a cui si ispira, senza però voltare le spalle al proprio brand. E’ notizia di oggi della pubblicazione di un nuovo e grandioso video gameplay che permette a tutti noi di comprendere come saranno composte le cose all’interno del gioco e sinceramente sembra già fighissimo così come a due mesi dall’uscita prevista.

[embedyt] http://www.youtube.com/watch?v=vJUWImJUZrU[/embedyt]

Il video sembra concentrarsi sull’aspetto gestionale del titolo, in quanto non sembrano esserci dubbi sulla presunta qualità delle battaglie in tempo reale (si sa già, saranno spettacolari). La formula di gioco sembra esser rimasta pressapoco invariata: si tratta della solita gestione a turni, impreziosita da una HUD contestualizzata a ricreare i preziosi fogli di carta utilizzati dai giocatori per il classico gioco da tavolo e da una miriade di Skill che andranno sicuramente a impattare in modo permanente sull’evolversi delle molteplici situazioni che si andranno a creare. In basso a destra, si può comunque notare uno scrigno, forse simboleggiante l’opzione della gestione delle finanze . In tal caso, sono curioso di osservare in quale modo Creative Assembly ha deciso di implementare all’interno del titolo le classiche meccaniche di Total War.

In ogni caso, ho tempo fino ad aprile prossimo per rifletterci sopra.

 

Gli ultimi articoli pubblicati


[lptw_recentposts layout=”thumbnail” post_type=”post” link_target=”self” space_hor=”2″ space_ver=”2″ columns=”4″ order=”DESC” orderby=”date” posts_per_page=”4″ post_offset=”0″ reverse_post_order=”false” exclude_current_post=”true” override_colors=”false” background_color=”‪#‎6e1d12‬” text_color=”‪#‎ffffff‬” show_date_before_title=”false” show_date=”false” show_time=”false” show_time_before=”false” show_subtitle=”false” date_format=”d/m/Y” time_format=”H:i” no_thumbnails=”show”]
Marco Masotina

Marco Masotina

Tosto come un Krogan, gli piace essere graffiante e provocante per scoprire cosa il lettore pensa dei suoi strani pensieri da filosofo videoludico. Adora i lupi, gli eventi atmosferici estremi, il romanticismo e Napoleone.