KPOP e FAN: Di quale Fandom fai parte?

4288 0

NO FAN NO PARTY: ma a volte è meglio declinare l’invito


Hai paura di sbagliare il nome del fandom della boy band di cui hai appena sentito il nuovo singolo?
Non ti ricordi se è Hottest o BlackJack?
Ti sfugge dalla mente se il lightstick da portare al concerto dei Super Junior sia blu o rosso?
O ti chiedi semplicemente: Kpop, Fan e Fandom, dov’è il nesso?

Non ti preoccupare, è il momento di fare un po’ di luce in questo argomento fin troppo spinoso.

Come detto sopra, mi sembra giusto ricordare che essenzialmente senza fan non si fa capanna.
Può esserci anche il miglior gruppo del pianeta sotto tutti i punti di vista ma… No Fan, No Party.
Dietro ad ogni grande gruppo c’è un grande fandom.

Il rapporto Fan-Idol in Corea è molto sentito, soprattutto in ambito KPop.
Se le band sono il carburante, beh il fandom è il motore più grande che c’è e fra di essi si crea un forte legame di dinamico scambio.

[embedyt] http://www.youtube.com/watch?v=A0n3OwKkT1Y[/embedyt]

Quando un gruppo ottiene effettivamente il titolo di “Idol” (in alcuni casi è accaduto anche prima mentre per altri gruppi già molto affermati non se ne vede nemmeno l’ombra, ad esempio il gruppo femminile F(x) che ha ottenuto dopo quasi 7 anni di carriera il tanto agognato official fan club name, nel gennaio 2016 con il gioco fra pronuncia coreana e matematica, dando il nome ai loro fan di ME U ), che non si consegue semplicemente con il sudato debutto della band, allora si può passare a conferire un “ufficiosità” anche al fandom.
Per ufficiale si intende il nome del fandom e il colore, nonché quindi anche un esagerato numero di merchandising variegati, come gli immancabili lightstick, che accompagnano ogni concerto o esibizione.
Per quanto riguarda il nome, nel periodo “pre-ufficiale” spesso i fan si auto conferiscono un nome provvisorio come esempio le fan del gruppo targato SM, EXO, chiamatesi EXOTICS (il nome ora ufficiale è invece EXO-L).

red is TVXQ
Immagine creata dai Fan “Cassiopeia” per “ricordare” ai nuovi gruppi e Fan che il Rosso è il colore ufficiale della loro band, i TVXQ.

Addentrandoci nel tema colore invece, potrete testare un pezzetto di “guerra mondiale” del KPop.
Infatti il colore associato alla band è qualcosa di unico che caratterizza il gruppo stesso e questo ha portato spesso a forti screzi fra i gruppi di fan, ultimo fra questi quello avvenuto e ancora in corso in questi ultimi mesi, fra i fan Cassiopeia al seguito dell’ ex-quintetto ormai coppia, definito per eccellenza Re del Kpop ovvero i TVXQ o DBSK, e i fan del gruppo emergente iKON.

Il forte dibattito che ha portato i Cassiopeia ad aprire perfino una petizione direttamente alla casa discografica degli iKON, è sorto quando al termine degli “Year Music Awards” i fan di questi ultimi sono stati scambiati invece per quelli dei TVXQ e questo per il colore dei loro nuovi e appena ufficializzati lightstick di colore rosso perla trattasi proprio del colore ufficiale della storica band DBSK.
Inutile dire che i Cassiopeia non ci hanno più visto dalla rabbia.
A caldo di questa notizia, nei giorni seguenti, un altro gruppo storico e molto affermato, gli Shinhwa, ha richiesto ai nuovi gruppi di evitare la scelta del colore arancio come sfumatura ufficiale, questo perché il lightstick degli iKON da spento assume proprio il colore arancio.

 

kombat
Nuovo Lightstick (chiamato KOMBAT) del gruppo iKON nelle sue sfumature, chiaramente rosse da accesso e arancio da spento.

Come se ciò non bastasse i fan a volte si abbassano a livelli  inimmaginabili nonché intollerabili e meschini.
Purtroppo si.
Quando le acque si sono calmate un pochino a riaccendere la battaglia è stato un commento di una  iKONICS  (fan degli iKON) che ha, con umorismo nero, rivolto al membro dei TVXQ, Yunho.
Alcune fonti affermano che questi abbia minacciato di avvelenare il ragazzo con della colla, rimembrando un  brutto avvenimento perpetrato da una sasaeng nel lontano 2006 che è costato al ragazzo il ricovero in  ospedale per via di un succo di frutta “corretto” di super colla.
Questo non ha di certo giovato al contrasto che ha visto i fan storici chiedere alla casa discografica dei  TVXQ,  SM Ent., di prendere provvedimenti legali in merito alle minacce.
Alla luce attuale dei fatti né SM Ent.YG Ent. (etichetta degli iKON) si sono espresse pubblicamente a  riguardo.

Ma adesso basta parlare di brutte cose, godiamoci: The Colors of Kpop, in questo video si possono  ammirare  alcune colorate waves e gli stadi pieni di fan e dei loro lightstick come il blu zaffiro dei Super  Junior, il rosa  pastello delle Girls’ Generation, il rosso perla dei TVXQ, le sfumature arcobaleno e  tantissime altre.

[embedyt] http://www.youtube.com/watch?v=MB-otnJiMgk[/embedyt]

A proposito di colore, è bello mostrare anche uno fra gli attimi più sentiti e magici di un concerto: l’accensione dei lightstick.
Godetevi lo sprigionarsi dell’oceano verde acqua per gli SHINee.

[embedyt] http://www.youtube.com/watch?v=B0LeKpPmOBE[/embedyt]

 

Avevo detto che non avrei più fatto riferimento ad incresciosi e tristi avvenimenti in questo articolo?
Beh, mentivo.

Un altro argomento che genera tra le più forti tensioni è il sovra citato hot topic chiamato: sasaeng.
I fan sasaeng (사생팬), spesso assolutamente non ritenuti come tali, rientrano in quella categoria definita: “eccessivamente ossessionata”.
Questi fan sono veri e propri stalker che invadono la privacy dei loro Idol con metodi altamente discutibili.
Ciò che spaventa è che, mediamente, l’età di questi fan si aggira fra i 13 e i 17 anni.

“Sam Lansky, a contributing editor for New York and The Atlantic, wrote that “sa” means private (Hangul: 사; hanja: 私) and “saeng” means life (Hangul: 생; hanja: 生) in reference to fans’ all-encompassing obsessions with their preferred artists. For sasaengs, the business of deifying Korean pop idols serves no indirect function; the lawless obsession is an end itself. “

 

Durante una conferenza ufficiale i JYJ, terzetto nato dalla divisione del gruppo TVXQ, hanno confermato diversi atti di stalking come l’intercetto delle loro telefonate private, l’uso di GPS e videocamere a circuito chiuso, nonché i numerosi tentativi di baciare i suddetti ragazzi o l’intrufolarsi in casa loro per sottrarne qualche oggetto privato.

Sembra addirittura che in Corea ci siano delle compagnie di taxi (i sagaentaxi) specializzate per “l’inseguimento” degli Idol da parte dei sasaeng che spingono i loro autisti anche ai folli 200 km/h.

Spesso tutto ciò culmina addirittura in gravi incidenti stradali.
Triste storia di cui sono protagonisti i Super Junior, infatti durante il World Tour Super Show 3 tappa Singapore, uno di questi taxi ha inseguito il van a cui a bordo viaggiavano il Leader Leeteuk e il membro Heechul, avvicinandosi sempre più rendendo i due agitati finché il suddetto taxi è stato causa di una reazione a catena che ha portato a un maxitamponamento di ben sei veicoli fra cui quello della band.
Evento che ha portato estremo terrore nelle ELF (Fan dei Super Junior, acronimo di Ever Lasting Friend) rimembrando il precedente gravissimo incidente che ha coinvolto diversi membri, tra cui gli stessi Leeteuk e Heechul, alcuni dei quali riportarono gravissimi danni (l’incidente non fu causato da un sasaeng ma da un avaria nel mezzo).
Altri spiacevoli avvenimenti annoverano i già citati vari avvelenamenti o chi addirittura si getta in mezzo alla strada per fermare il van dei propri idoli.
Ciò che può tranquillizzarci un minimo è l’aggiunta nel 2011 della clausola in materia di Offese perpetrate da Minori a protezione degli Idol KPop in aggiunta a centri di supporto per l’offerta di aiuto e consigli per i cantanti (io stessa sono terrorizzata dal fatto che si debba essere arrivati a tanto).

C’è chi al succo del proprio Bias (il preferito della band) o ai gruppi “nemici”aggiunge sostanze velenose ma chi invece cucina deliziosi manicaretti o prepara piccoli regali da consegnare alla propria band.

[embedyt] http://www.youtube.com/watch?v=CiT003aUmkM[/embedyt]

Spesso infatti come accennato precedentemente, i fan preparano bevande, piccoli presenti o cestini per il pranzo da consegnare ai propri beniamini alla partecipazione a qualche programma tv.
Questa usanza è molto sentita nel popolo coreano.

 

Questo è quello che i fan creano per i loro beniamini, oltre a striscioni, fanclub, composizioni floreali, opere benefiche ai meno fortunati e molto altro ancora. d’altro canto gli Idol ricambiano con quella dolce recitazione che rientra sotto il nome di “Fan Service“.

Durante i concerti prendersi cura dei fan è un must, che vada dai giochi, all’accettare richieste dei fan stessi o al semplice levarsi la maglietta per i ragazzi, lasciandosi andare a dolci effusioni, mostrando outfit più trasgressivi e movenze sexy per entrambi i sessi, infervorando così i fan come non mai, sfociando nella vera e propria creazione di pairings (mi pare quasi scontato sottolineare che si tratti di “coppie” a sfondo omosessuale nonostante quest’ultima sia fortemente malvista nel popolo coreano) per compiacere il fandom.

 

Kpop fandom
Foto di alcuni degli innumerevoli Fandom del mondo KPOP con i loro colori e nomi ufficiali.
Francesca Bandini

Francesca Bandini

Totalmente avvolta nella sua bolla fatta di letteratura (principalmente fantasy, urban fantasy e distopico), ballo, recitazione, post produzione, cinematografia e fotografia. Cosplayer dal 2008. Dedita al violino come il celebre Sherlock Holmes, innamorata della chitarra come Jimi Hendrix (senza darle fuoco). Entra nel mondo del K-Pop senza passare dal via e fra i suoi gruppi preferiti del genere svettano Super Junior e AOA. Tanti anni prima sposa il genere J-Rock, dove i GazettE resteranno sempre sovrani nella sua playlist.