Suicide Squad Extended Cut – 13 minuti in piú di follia

1328 0

 

È pronto ad occupare un posto sotto l’albero di Natale, a partire dal 6 dicembre, con tutti i suoi eroi cattivi. Parliamo dell’ edizione di Suicide squad extended cut. Recuperati ben 13 minuti di film, sezionati nella versione approdata nelle sale ad agosto 2016, che hanno certamente lo scopo di rendere più appetibile il formato digitale da tenere disponibile a casa.Suicide Squad
Ma vediamo nel dettaglio cosaci propongono questi frame aggiunti. Purtroppo rimarranno delusi coloro che speravano in una maggior attenzione al personaggio che più di tutti ha reso interessanti i vari trailer lanciati in promozione.image La sua risata grottesca, da sola, stuzzicava la fantasia di molti e dal Joker ci si aspettava qualche attenzione maggiore in fase di produzione. Sfortunatamente per molti di noi questa speranza verrà delusa anche con queste aggiunte.
La trama della pellicola non subisce grandi stravolgimenti essendo rimaste intatte tutte le scene action tipiche dei Comic Movie. Quello che invece viene maggiormente caratterizzato é il rapporto delle coppie nella presentazione dei personaggi, con l’integrazione di nuovi dialoghi.
In questa versione le righe di testo in più hanno lo scopo di cementare un po’ meglio i singoli rapporti tra i membri della sconclusionata Task Force X, sui quali ci si sofferma una coppia per volta. Ecco allora che ci si ritrova catapultati a Midway City, dove stavolta siamo spettatori della esasperata insoddisfazione tra Harley, Capitan Boomerang, El Diablo e Killer Croc; più avanti una sequenza della pellicola, struttura meglio l’insperata complicità tra Deadshot e il colonello Flag. Momento hot per Katana, incalzata dalla solita Quinn, ma nessuna nuova gloria per Slipknot che resta a digiuno di nuove battute.suicide-squad.0.0
Ma ad avere una maggior attenzione, é la coppia più dannata e inquieta del film. Questa edizione sbircia nel rapporto tra Joker e Harleen Quinzel (non ancora Harley Quinn). Delle otto sequenze inedite, due sono dedicate ai folli amanti, riuscendo a svelare interessanti sfaccettature. Nella prima scena, che vede Joker sottoporre Harleen all’elettroshock, percepiamo come il gesto sia un puro atto di vendetta nei confronti della sua psichiatra e non un gratuito sano sadismo. “Tu mi hai lasciato in un buco nero di rabbia e confusione. È così che pratica la medicina?”: recita così l’ex paziente dell’Arkham Asylum, parole stracolme di un risentimento che esprime in pieno l’oscuro rapporto che corre tra i due.Suicide-Squad-nuovo-trailer
In quella che invece é la più lunga tra le scene aggiunte, vediamo Quinzel sfrecciare tra le vie di Gotham mentre insegue la sfarzosa auto di Joker. Il sadico pagliaccio di Gotham afferma e conferma la sua inconsistenza e la sua instabilità, quella capacità di rendersi sfuggente ad ogni vincolo o rapporto; Harleen, dal suo canto, riesce a capire di terrorizzare l’amato più con i suoi sentimenti che con una pistola. L’unica certezza, per il momento, é che questo Joker resta lontano dal solitario, incredibile e dannato Villain che teneva testa al Cavaliere Oscuro; questo nuovo cattivo ha un ruolo che diventa centrale e potente al fianco della sua regina creando un turbine di follia che arriva allo spettatore come l’ elettroshock.image