Terremoto del Tohoku: il bilancio dopo 6 anni

2173 0

Sono ancora tantissimi i giapponesi evacuati dopo il terremoto

Tutti ricordiamo il disastroso terremoto del Marzo 2011 e del terribile tsunami che ha portato a più di 18,000 morti e dispersi.
Dopo sei anni, stando all’Agenzia per la Ricostruzione, più di 123,000 persone sono ancora evacuate e molte di loro risiedono in abitazioni temporanee. Nonostante si parli del 30% in meno rispetto lo scorso anno, rimangono tantissimi i giapponesi in difficoltà.
terremotoNelle zone di Miyagi e Fukushima (quelle più duramente colpite), più di 35,000 persone continuano a vivere in case prefabbricate. Ciò è dovuto sia ad alcuni ritardi che a dei lavori specifici per innalzare il suolo del territorio residenziale.
Nella prefettura di Fukushima restano attive le “no-entry zones” vicino all’impianto nucleare danneggiato, dove i livelli di radiazioni sono più alti della soglia di sicurezza. Non è ancora chiaro quando i residenti potranno rientrare.

Il governo giapponese ha riconosciuto come concausa di morte per 3,500 persone lo “stress e affaticamento da evacuazione” e cresce la preoccupazione per la salute dei cittadini tutt’ora evacuati.

Valeria Fantini

Classe ’89 con un passato da gamer incallita, ex-cosplayer, si laurea in Lingue, Culture e Istituzioni Giuridiche dell’Asia Orientale, curriculum Giappone. Dopo una esperienza di vita di alcuni mesi in terra nipponica, rientra in Italia e apre la sua scuola di lingue. A partire dal 2015 lavora e collabora con enti fieristici e associazioni come interprete o come organizzatrice di aree tematiche sul Giappone.